Spagna, al via la quattordicesima legislatura (con qualche riconferma)

0
60

Con la costituzione delle due Camere del Parlamento, in Spagna prende il via la quattordicesima legislatura.

Mentre continuano i negoziati tra il Partito Socialista e la Sinistra Repubblicana di Catalogna alla ricerca di sostegno alla formazione del Governo, la socialista catalana Meritxell Batet è stata rieletta Presidente della Camera dei Deputati.

Con 166 voti, la proposta socialista ha avuto l’esito sperato grazie al sostegno di Podemos e del Partito nazionalista basco.

Congratulazioni sono giunte in un tweet dal Presidente del Governo, Pedro Sanchez.

Prima vice Presidenza per un altro socialista, Alfonso Rodríguez, e seconda per Ana Maria Pastor (del Partito Popolare).

Non ha buon gioco il bizzarro assist della Sinistra all’estrema Destra, sicché Vox riesce a piazzare al Congresso solo la quarta vice Presidenza.

La Senatrice è un magistrato specializzato in violenza di genere.

Entrambe le Presidenti sono state elette alla seconda votazione, con 29 voti nulliprovenienti dai Nazionalisti, che hanno scritto la parola ‘Libertà’ sulla loro scheda di voto.

La composizione delle Camere col sostegno della Sinistra e dei Nazionalisti dà un’idea dello stato dei colloqui finalizzati all’investitura di Pedro Sánchez come capo dell’esecutivo, mentre i Socialisti possono sinora contare solo sulla coalizione sottoscritta con Podemos.

 

Lascia un commento