Ucciso parà italiano. Il cordoglio del Governo

0
90

foto_nibbio9Si chiama Alessandro Di Lisio. E’ stato ucciso durante un attacco alla sua pattuglia in Afghanistan. Di Lisio era primo caporal maggiore, e nato a Campobasso il 15 maggio 1984. Gli altri tre parà rimasti feriti nell’attentato, come dichiarato dal colonnello Fogari, non sono in pericolo di vita.
E subito il cordoglio del Governo.
“Il presidente Berlusconi ha espresso cordoglio suo personale e quello del governo non appena appresa la notizia della morte del giovane militare italiano ma al tempo stesso ha ribadito la necessità e l’importanza della missione di pace in Afghanistan per la stabilità di un’area strategica”.