Di Pietro: “Berlusconi è un pazzo criminale”

5
250

di_pietro_11Durissimo attacco di Antonio Di Pietro a Silvio Berlusconi. “‘Fermiamo Berlusconi: è un pazzo criminale, un pericolo per la nostra democrazia – ha detto il presidente dell’Italia dei Valori – E’ un ricattatore che puntualmente torna a colpire. Infatti, dopo i dossier su Boffo, Ezio Mauro ed altri, oggi butta un ulteriore sasso nello stagno con il siluro calunnioso e velenoso nei confronti di quel magistrato che si sta occupando del Lodo Mondadori. Questo modo di fare ricorda e ricalca quello del suo maestro Bettino Craxi, che di professione svolgeva una vera e propria attivita’ di dossieraggio“.

5 Commenti

  1. Silvio Berlusoni? ho yes quello che ha portato un paese alla rovina, quello che collaborava con la mafia ,o yes lodo alfano puttane o yes ,grande mafioso o yes ma! è ancora vivo? o sarà’ meglio ritornare nel mio tempo ,salutatemi Dipietro nel mio tempo che un monumento in onore grandi uomini del paese Italia .

  2. Silvio Berlusconi è, e sempre sarà, un comune cittadino italiano, che gli piaccia o no. Lui lo sa che essere Premier non solo non gli conferisce nessun vantaggio, ma oltrettutto lo priva dell’immunità parlamentare di cui avrebbe goduto se, invece di rompere i cosiddetti, avesse accettato di stare in seconda fila come deputato. Ma certo che no, lui DEVE avere la botte piena e la moglie ubriaca, cioè il massimo potere come Premier e la massima immunità come parlamentare… Sembra il ritorno alla logica “L’etat c’est moi”: se lo Stato sono io, e decido io, sono tutti a decidere per bocca mia: vero e proprio storpiamento del concetto di democrazia…
    ITALIANI, LOTTATE o continueremo a prenderlo nel diddietro come sempre…

  3. D’accordo con le affermazioni e la dialettica usata da Antonio diPietro, che a mio parere si e’ espresso molto conservativamente. Silvio Berlusconi si merita di essere definito con una dialettica molto piu’ pesante. Anche d’accordo con il fatto che esso non e’ stato votato dal popolo come presidente del consiglio, pertanto deve andare affanculo. Giorgio Napolitano dovrebbe ospitarlo a casa sua, cosi’ farebbero una bella coppia.(Non intendo al Quirinale, ma bensi’ nella sua residenza di proprieta’). Via subito,deve essere cacciato. A un essere infimo come lui non gli si deve fare la cortesia di dimetterlo,ma besi’ cacciato come un comune criminale.

  4. Il cittadino Silvio Berlusconi è stato eletto deputato e non presidente del consiglio dei ministri:in questo incarico è stato posto per iniziativa del parlamento e del presidente della repubblica. La presenza del Suo cognome nel simbolo elettorale ha rilievo propagandistico – pubblicitario, aspetto questo finora non rilevante istituzionalmente. Queste poche righe per dire che l’onorevole Berlusconi potrebbe essere sostituito alla guida del governo da altra persona della sua stessa maggioranza. Filmografia consigliata: “2012 L’Avvento del Male”; Bibliografia consigliata: “Fontamara” di Ignazio Silone. E come direbbero a Napoli: Cà nisciuno é fesso!!!!

Lascia un commento