Rutelli lascia il Pd. E’ ufficiale

0
211

In un’intervista al Corriere Francesco Rutelli ufficializza la decisione dilasciare il Partito Democratico.
E lo fà senza mezzi termini.
“Abbiamo posto – ha detto Rutelli nell’intervista – tre condizioni, sospen­dendo l’attività della Margherita: niente appro­do nel socialismo europeo; ma siamo finiti lì. Basta collateralismo, basta vecchie cinghie di trasmissione tra politica, corpi sociali, interessi economici; ma le file organizzate di pensionati Cgil, alle primarie, dimostrano che non ne sia­mo fuori. Pluralismo politico; ma anziché crea­re un pensiero originale, si oscilla tra babele cul­turale e voglia di mettere all’angolo chi dissen­te. La promessa, dunque, non è mantenuta: non c’è un partito nuovo, ma il ceppo del Pds con molti indipendenti di centrosinistra.”
Un Rutelli deluso, sfiduciato ma caricato nella voglia di creare un qualcosa di nuovo.
Con chi? Casini naturalmente