Bocchino: “Berlusconi non può utilizzare il nome e il simbolo del Pdl”

0
96

“Dicono che Berlusconi stia preparando un nuovo partito per rinnovarsi in vista del voto. Comprendiamo la sua esigenza, anche perché il nome e il simbolo del Pdl sono in comproprietà con Fini e non potrà utilizzarli”. Lo afferma in una nota il capogruppo di Futuro e Libertà Italo Bocchino, che sottolinea come “dal 17 maggio scorso anche il nome il vero centrodestra è stato registrato da noi all’ufficio marchi e brevetti di Roma”.
Intanto sul sito di Generazione Italia “Noi che davvero amiamo l’Italia consigliamo a Berlusconi di non arrivare in aula a mostrare i suoi muscoli e di invitare tutte le forze politiche, di maggioranza e opposizione, a sedersi attorno a un tavolo per fare assieme tre cose per l’Italia prima di andare al voto, e cioè una nuova legge elettorale, una seria riforma fiscale e grande provvedimento economico sociale per tagliare la spesa pubblica e liberare risorse utili a finanziare le imprese e introdurre «il quoziente familiare”