Libia, Nato: pace sia primo obiettivo

0
148

“Non è ammissibile una comunità internazionale senza coordinamento”. Così il segretario dell’Onu Ban Ki Moon, interviene sulla situazione in Libia. Da Doha in Qatar, dove si trova per un vertice con la delegazione da Tripoli, parla su più aspetti.

 

Più di tremilioni e mezzo di persone-dichiara- potrebbero avere bisogno di assistenza umanitaria”. Dunque tutte le parti coinvolte dovranno avere senso di responsabilità, “inclusa quella militare”. Proprio su questo tema tiene a fare delle riprese. “Prima che la pace possa avere inizio, vi sarà un periodo di instabilità. Questo nella migliore delle ipotesi”. Ricordiamo che la prima nazione ad attaccare è stata la Francia, seguita da Gran Bretagna e Stati Uniti.

 

“Oggi la Libia ha bisogno-conclude- di soluzioni pacifiche, ricostruzioni e un immediato cessate il fuoco”.