Libia, Gheddafi dichiara guerra all’Italia

0
290

“Il popolo libico vuole portare la guerra in Italia”. Così Gheddafi chiude ogni porta con il nostro paese. Fra i vari passaggi del discorso di stamane, anche la rottura.

Dopo la contestazione della concessioni delle basi italiane a Gran Bretagna, Stati Uniti e Francia, oggi la presa di posizione ufficiale. “Fra noi e l’Italia è guerra aperta” continua il Colonnello. Dichiara poi che non lascerà il paese.

Relazioni Bilaterali Italia-Libia
La rivolta contro il regime è iniziata ufficialmente il 17 febbraio, con dimostrazioni di massa. Dopo i forti scontri fra oppositori e sostenitori, la Nato ha deciso di aprire la no- fly zone. Il 19 marzo la Francia, con Gran Bretagna e Usa attacca obiettivi strategici. L’Italia, nel 2008 protagonista di un trattato di amicizia firmato da Silvio Berlusconi e Gheddafi, sembra poco negativa nei contri delle repressioni del regime. Da prima offre le basi per i raid, giovedì ha preso parte alla Coalizione

“L’Italia uccide i nostri figli come nel 1911” spiega riferendosi al periodo fascista. “Ormai la guerra-conclude Muammar Gheddafi – è fra noi e gli italiani”.