Berlusconi deludente, Bersani: “Si dimetta”. Marchionne: “Altrove premier si sarebbe dimesso”

0
282

Berlusconi ha letto un discorso deludente. Ricco di affermazioni incontrasto con il mondo reale italiano. Di sicuro, ma speriamo di sbagliarci, i mercati non recepiranno.
A dare il via alla discissione è stato Marchionne. Si, avete letto bene, Marchionne.
“Sto con Napolitano -dice Marchionne – E’ necessario avere una leadership più forte che ridìa credibilità al Paese. Abbiamo un grande problema di credibilità del Paese senza una leadership in grado di recuperare la coesione. Sono d’accordo col Capo dello Stato. Il mondo non capisce cosa accade in Italia e tutto ciò ci danneggia moltissimo. C’è chi ha compiuto anche scorrettezze nella sua vita quotidiana. In altri Paesi sarebbe stato costretto a dimettersi immediatamente”.

In aula dopo il discorso di Berlusconi hanno parlato i rappresentanti dei partiti

ALFANO
“Noi siamo contrari a fantomatici governi tecnici che mettono le tasse e poi dal popolo a farsi giudicare non ci tornano”.
“Assistiamo sgomenti” alle richieste di dimissioni del governo che vengono dalle opposizioni “perché lo chiedono i mercati. I governi sono scelti dal popolo”.
Rivolto alle opposizioni: “Avete buone idee” per risolvere la crisi? Proponetele, contribuite a migliorare le nostre”.

BERSANI
“O lei ha sbagliato discorso o ha sbagliato Parlamento”
“Siamo in una situazione che non si può descrivere con i cieli azzurri e qualche nuvola. Unico merito del discorso del premier? E’ stato fatto a mercati chiusi”.
“Serve una svolta politica. Serve un po’ di tempo per una tregua con i mercati che si può avere solo con un gesto politico”

CASINI
“Solo un armistizio tra i maggiori partiti può salvare il Paese, la politica deve assumersi la responsabilità di scelte impopolari”
“Non abbiamo chiamato qui Berlusconi per riproporre la nostra propaganda né la sua e molte analogie con il ’92: è la fine di un’epoca”. Per questo, aggiunge, “serve un supplemento di responsabilità e serietà”.

REGUZZONI
“Non esiste un’alternativa al governo PdL-Lega”.
“La Lega è indisponibile a qualsiasi governo che non abbia alla guida Berlusconi” e “alla base l’alleanza Bossi-Berlusconi”.
“inammissibile che il presidente della Repubblica, che è uno solo, disponga di 40 auto blu”.

DI PIETRO
“Caro Silvio, ma lei è o ci fa? Lei è Alice nel paese delle meraviglie, ma in che paese vive? Lei vive in un bunker”. Citando il “comunista” Marchionne: “Il problema è lei, signor presidente del consiglio, è una crisi nella crisi, è un problema per il Paese, e il fatto che non se ne accorge è ancora più grave: i problemi restano”.

BOCCHINO
“Solo un passo indietro di Berlusconi farebbe fare un passo avanti all’Italia”.
“basta con un welfare che da’ tutto a chi è garantito e poco a chi è precario, contratto di primo impiego per i giovani senza tasse: ecco la nostra proposta per i giovani”
“Al Senato terzo polo ha presentato disegno di legge per pareggio di bilancio in Costituzione. Berlusconi, sei con noi?
“Come Wall Street può festeggiare modifiche dei regolamenti parlamentari?

Lascia un commento