Caso Meredith, assolti Amanda Knox e Raffaele Sollecito

1
570

La Corte d’assise d’appello di Perugia ha assolto, per non aver commesso il fatto, Amanda Knox e Raffaele Sollecito dall’accusa di aver ucciso nella notte tra il primo ed il 2 novembre 2007 la studentessa inglese Meredith Kercher. Entrambi erano stati condannati in primo grado a 26 e 25 anni di carcere, per omicidio con l’aggravante dei futili motivi. Ordinata subito la scarcerazione per i due ragazzi. La Corte ha inflitto tre anni ad Amanda-già scontati per calunnia nei confronti di Patrick Lumumba.

Subito dopo la lettura della sentenza di assoluzione una folla di oltre 200persone all’esterno del Tribunale, ha urlato “vergogna” ed altri insulti rivolti ai giudici e agli avvocati degli imputati.

“Rispettiamo la decisione dei giudici, ma non comprendiamo come sia stato possibile modificare completamente la decisione del primo grado”. E’ il commento della famiglia di Meredith Kercher.
I familiari si dicono comunque “fiduciosi del sistema giudiziario italiano e sperano che la verità possa finalmente essere accertata”.

“Ho sopportato l’insopportabile – ha detto Amanda Knox a Carlo Maria Daclon, segretario della Fondazione Italia Usa – ora voglio solo ritornare a casa dalla mia famiglia, tornare in possesso della mia vita e riconquistare la mia felicità, una delle cose che mi ha fatto soffrire in questi anni è stato non essere creduta ed essere considerata colpevole d’ufficio, all’interno ma anche fuori delle aule di tribunale.”

“Ora voglio vedere il mare”. Sono state le prime parole pronunciate da Raffaele Sollecito appena uscito dal carcere di Terni.
“Era molto scosso – ha spiegato uno dei suoi difensori, l’avvocato Luca Maori – e non riusciva a mettere nemmeno il piede oltre il cancello”.

1 Commento

  1. @dandmb50 – I still think she was there and knows what happened. Although it’s clear to me the state had no real evidence but she did know what happened. A learning moment for young people who want to travel “THE WORLD” be careful.
    Daniel .. Toronto, Canada
    http://bit.ly/DMBwp