Il Te Deum di Benedetto XVI: «Affidiamo a Dio le tragedie del mondo»

0
111

Il Papa  ha celebrato nella basilica di San Pietro il tradizionale inno Te Deum. «Mettiamo nelle mani di Dio – ha detto – le tragedie di questo nostro mondo e gli offriamo anche le speranze per un futuro migliore. Deponiamo questi voti nelle mani di Maria, Madre di Dio, Salus Populi Romani». «La Chiesa – ha spiegato Benedetto XVI davanti a cardinali, vescovi, autorità civili e religiose radunate nella basilica di San Pietro per il rito – ci suggerisce di non terminare l’anno senza rivolgere al Signore il nostro ringraziamento per tutti i suoi benefici. È in Dio – ha aggiunto – che deve terminare l’ultima nostra ora, l’ultima ora del tempo e della storia. Dimenticare questo fine della vita significherebbe cadere nel vuoto, vivere senza senso. Per questo la Chiesa pone sulle nostre labbra l’antico inno Te Deum. È un inno pieno della sapienza di tante generazioni cristiane, che sentono il bisogno di rivolgere in alto il loro cuore, nella consapevolezza che siamo tutti nelle mani piene di misericordia del Signore».

Lascia un commento