Renzi, giù le tasse e poi lavoro e scuola e poi ancora altre slide: in tutto sono dieci

0
59

«Chi ha pensato che in questi primi 80 giorni fossero interventi spot, dovrà ricredersi vedendo il filo logico che collega le dieci slide»: così il presidente del Consiglio dà il via. La prima è dedicata agli 80 euro, «che non sono un’elemosina», ribadisce Renzi. Sono l’inizio di una riduzione delle tasse, con l’allargamento dalle famiglie che guadagnano meno di 1500 euro ai pensionati e alle partite Iva.«Giù le tasse e su l’Italia», sintetizza Renzi. E non lo preoccupano i 1000 emendamenti al decreto Irpef, assicura. La seconda slide è dedicata al lavoro, e rappresenta una foto, nella quale si ritrae l’accordo Electoluz, ratificato proprio ieri dai lavoratori: «Un accordo reso possibile da tante donne e uomini, e dal decreto legge convertito in legge in questi giorni, sull’abbassamento dell’Irap», ricorda Renzi.