Unione Europea, Dichiarazione di Roma i 27 hanno firmato

0
1378

Il 27 marzo 1957 nasceva, con la firma dei Trattati di Roma, l’Unione Europea.

Oggi i 27 capi di governo si sono ritrovati per celebrare i 60 anni di unione e di pace, ma anche per firmare una nuova dichiarazione per il rilancio di questa grandissima idea dei padri fondatori: l’Unione Europea.

Tutti i 27 leader europei hanno firmato in Campidoglio la Dichiarazione di Roma, che dovrà ridare slancio all’integrazione europea. Nel testo ci sarebbe l’impegno ad agire congiuntamente e a dare risposte alle preoccupazioni dei cittadini.

Gentiloni: “Dopo aver scelto con due guerre mondiali il male,gli europei scelsero il bene” lavorando sul progetto di un’Europa unita. Per dare forza al progetto dell’Unione dobbiamo restituire fiducia ai nostri concittadini:crescita, investimenti, riduzione delle disuguaglianze,lotta alla povertà, politiche migratorie comuni, impegno per la sicurezza”.

Juncker: “Siamo qui per ribadire il nostro impegno per un’Europa unita e indivisa. Solo uniti possiamo affrontare le grandi sfide. Sono molto orgoglioso di quanto fatto. Non guardiamo al passato ma al futuro. Abbiamo bisogno di approvazione per quanto realizzato in Europa. Abbiamo fatto molto in questi ultimi 60 anni: abbiamo garantito la pace. Ci sono molti conflitti nel mondo, ma non nella Ue. Per progredire dobbiamo guardare al futuro ma capendo il passato”.

Tusk: “Oggi vogliamo rinnovare l’alleanza di nazioni libere che ebbe inizio 60 anni fa. Allora non si parlava di velocità plurime…non dobbiamo perdere l’obiettivo di raggiungere l’Unità. E’ necessario che tutti rispettino i fondamenti della nostra unità” disegnati dai coraggiosi padri fondatori 60 anni fa. Solo l’Europa unita può garantire ai singoli Paesi, indipendenza, democrazia, e stato di diritto”