Londra, Kate Middleton parteciperà alla Fashion Week

Quest'anno la London Fashion Week è pronta ad ospitare la consorte del principe William

0
199

Kate Middleton torna in passerella? No, la prima e ultima esperienza simile per la Duchessa di Cambridge è avvenuta al college, in lingerie, per una sfilata di beneficenza ma soprattutto per conquistare l’allora compagno di corsi Principe William. Questa volta, invece, Kate Middleton appoggerà un progetto di moda ecosostenibile ideato dal Commonwealth insieme a Livia Firth, fondatrice di Eco-Age!

 Con il supporto della royal family e per la prima volta nella storia, 31 stilisti e 26 artigiani provenienti da 52 paesi del Commonwealth si uniranno per creare una collezione moda eco-friendly. Lo scopo dell’iniziativa? Promuovere una modalità di lavoro etico e sostenibile. Il progetto promosso dai reali inglesipresenta infatti il nome di Commonwealth Fashion Exchange, lanciato ufficialmente lo scorso 1 febbraio con una conferenza stampa cui hanno presenziato anche Arizona Muse e Nadja Svarowski. Gli stilisti verranno divisi per nazione ed ognuno di questi gruppi creerà un look: a portare alta la bandiera del Regno Unito ci saranno Burberry e Stella McCartney! Tutti i look creati dalle nazioni del Commonwealth verranno poi esposti a Buckingham Palace durante la London Fashion Week. Sarà questo l’evento della settimana della moda inglese cui Kate Middleton non mancherà, anzi, si sa già che la Duchessa di Cambridge visiterà la mostra durante un’anteprima speciale insieme alla Contessa del Wessex.

Grazie al sostegno della royal family e all’interesse di Kate Middleton verso lo stesso, l’iniziativa ha come scopo quello di dimostrare che l’impegno nella moda etica e sostenibile da parte dell’Inghilterra è effettivamente vero e tangibile, messaggio che spera di diffondere anche il Segretario Generale del Commonwealth Patricia Scotland. E per i più curiosi che avranno voglia di visitare la mostra, la collezione del Commonwealth Fashion Exchange sarà in esposizione al pubblico dal 21 febbraio presso l’Australia House di Londra.