Milazzo, bruciato nella notte il negozio Promo Print (VIDEO)

Un gruppo di ragazzi si accorge miracolosamente dell'incendio e avvisa subito i Vigili del Fuoco

0
275

Altro incendio nella notte milazzese ma questa volta si tratta di un negozio denominato “Promo Print”, subito vicino all’Istituto Tecnico Industriale. Intorno alle 5 del mattino dei ragazzi che tornavano a casa hanno notato delle piccole fiamme accese fuori dal negozio, per poi accorgersi che in realtà all’interno della proprietà era già tutto in fiamme.

Scoperta la gravità della situazione, i ragazzi hanno avvisato anche gli abitanti del piano di sopra e i Vigili del Fuoco sono stati chiamati ad intervenire per neutralizzare le fiamme, che con il passare del tempo diventavano sempre più imponenti.

Facendo un analisi dettagliata sull’incendio si arriva subito alla conclusione che non si tratta di un cortocircuito o di qualunque altra sfortuna, poiché si capisce benissimo che il fuoco è stato appiccato da una persona esterna, sia perché inizialmente oltre ad esserci l’incendio dentro la proprietà, c’erano anche dei fogli fatti bruciare fuori apposta e sopratutto perché alcuni membri dell’abitazione hanno confermato di aver sentito rumore nelle scale.

Non è la prima volta in pochissimi giorni che a Milazzo succedono cose del genere, poiché fino all’altra sera è stata fatta bruciare una macchina nei pressi di Piazza Nastasi e adesso è stata la volta di questo negozio. Chiaramente sono ancora da decifrare i colpevoli e i motivi che si nascondono dietro questi gesti, che possono essere collegati allo stesso modo in cui non possono avere nulla a che fare.

Milazzo ultimamente sta prendendo una piega sempre più sbagliata e questi tristi eventi sono ormai all’ordine del giorno, ma il primo modo per combattere questa gente è collaborare e saper distinguere chi sta dando effettivamente una mano da chi in realtà ha solo l’interesse di creare danni economici, morali e di qualunque altro tipo. Rimane difficile in questo momento capire chi e cosa c’è dietro, ma l’impressione è che qualcuno è destinato a passare qualche notte insonne.