SILENCE IS NOT A FASHION SOUND. La nuova t-shirt Miss Miss a sostegno delle donne vittime di violenza

Say it with a t-­shirt. L'insegna giovane del Gruppo Teddy supporta le iniziative di WAV-­Women Against Violence realizzando una t-shirt esclusiva per dire no alla violenza contro le donne. La t-­shirt è in vendita in edizione limitata attraverso la campagna di Musicraiser finalizzata alla raccolta fondi per il finanziamento e la realizzazione del primo disco targato WAV. Tutti gli utili provenienti dalla vendita del disco andranno a sostenere l'opera del Centro Donna Padova Onlus, da anni impegnato nella raccolta fondi a supporto delle donne vittime di violenza.

0
333

Una t-shirt per dare voce a chi spesso non può o non riesce a parlare. Miss Miss, in collaborazione con l’associazione culturale Otto di Padova, alza la voce su un tema forte, spesso al centro delle cronache cittadine. Silence is not a fashion sound è il messaggio che Miss Miss intende trasmettere a sostegno delle donne vittime di abusi per spingerle ad uscire dal buio e dal silenzio in cui spesso sono indotte a rifugiarsi, per paura, per vergogna o per un falso pregiudizio. Un messaggio importante, rivolto anche a tutte le figure di sostegno che possono aiutare le vittime di violenza portandole alla denuncia.

Su invito dell’associazione culturale Otto, Miss Miss ha abbracciato la causa di Women Against Violence. WAV ha debuttato lo scorso autunno con un collettivo di musiciste che, nella forma del live in chiave acustica, propone brani incentrati sulla tematica della violenza sulle donne. Partita ad Aprile, continua la campagna online di Musicraiser volta alla raccolta fondi per il finanziamento e la realizzazione del primo disco targato WAV. Attraverso il circuito Musicraiser sarà possibile acquistare la t-shirt Silence is not a fashion sound, indossata tra le altre da Masha Mysmane Bonetti, Romina Salvadori, Chiara Vidonis, Elisa Bonomo, tra le componenti principali della band tutta la femminile WAV.

Tutti gli utili provenienti dalla vendita del disco andranno a sostenere l’opera del Centro Donna Padova Onlus, impegnato quotidianamente nel supporto e nell’aiuto concreto alle vittime di stalking e di violenza.

Si è espresso fin dall’inizio a favore del progetto Filippo Vignali, responsabile della comunicazione Miss Miss: “Crediamo che la moda non sia un modo per evadere dalla realtà o di indossare una maschera. Miss Miss vuole dare alle sue clienti la libertà di poter esprimere la propria personalità in ogni ruolo che la vita le chiama a intepretare, abbinando i capi e mixando gli stili. Siamo al servizio di una visibilità che non intende mostrarsi per puro desiderio di ammirazione; il nostro intento è trasmettere un sentimento o un pensiero, anche su un tema difficile come quello della violenza sulle donne. Chi subisce violenza spesso sceglie il silenzio, preferisce rendersi invisibile, perchè denunciando ci sarà sempre qualcuno che le attribuirà una colpa, malignando alle sue spalle che qualcosa dovrà pur aver fatto per scatenare quell’abominio. E’ anche questo tipo di pregiudizio che Miss Miss vuole combattere insieme all’Associazione Otto, aderendo al progetto Women Against Violence”.

La partnership tra l’azienda Miss Miss e l’Associazione Culturale Otto di Padova mira al coinvolgimento di sempre più persone, chiamate a rendersi parte e soluzione di un problema sempre più diffuso.

Con questo obiettivo l’associazione Otto, nella persona del suo Presidente e coordinatore generale, Bruno Mantra Giraldo, ha dato vita al programma WAV – Women Against Violence: “Un progetto open doors che coinvolge oltre 20 musiciste in tutte Italia, chiamate a denunciare in musica un tema fortemente dibattuto. La Musica è la forma espressiva “scelta”, ma tutte le arti concorrono alla definizione del progetto. Un’idea che pone al centro la figura della donna, basandosi sul concetto etico e filosofico di Bellezza contrapposta alla Violenza”.

E’ con questo spirito che l’associazione Otto ha lanciato la campagna social #lecantiamoallaviolenza che accompagnerà tutte le iniziative legate alle attività di WAV sul territorio nazionale.

Lascia un commento