InDanza&InArte, torna il campus nazionale sulla danza

La città di Arezzo ospita due settimane tutte dedicate alla danza, con maestri di calibro internazionale e allievi da tutta Italia. Da lunedì 9 a giovedì 19 luglio torna il campus estivo InDanza&InArte che, giunto alla sesta edizione e organizzato dall’associazione Progetti per la Danza, rappresenta ormai un appuntamento di richiamo nazionale dedicato alla formazione coreutica e allo studio di tutti gli stili del balletto. Rispetto al passato, l’evento si presenta raddoppiato nella sua durata e si svilupperà attraverso ben dieci giornate ricche di lezioni, di audizioni e di spettacoli orientati ad individuare e a far crescere i giovani talenti del balletto nazionale. In città sono attesi oltre cento allievi e allieve da scuole di tutta la penisola, che godranno della possibilità di incontrarsi e di confrontarsi con coreografi, danzatori e maestri di alcune delle più importanti accademie italiane ed europee (tra cui Rafael Avnikjan della Snt Ballet di Bratislava).

0
126

La città di Arezzo ospita due settimane tutte dedicate alla danza, con maestri di calibro internazionale e allievi da tutta Italia. Da lunedì 9 a giovedì 19 luglio torna il campus estivo InDanza&InArte che, giunto alla sesta edizione e organizzato dall’associazione Progetti per la Danza, rappresenta ormai un appuntamento di richiamo nazionale dedicato alla formazione coreutica e allo studio di tutti gli stili del balletto. Rispetto al passato, l’evento si presenta raddoppiato nella sua durata e si svilupperà attraverso ben dieci giornate ricche di lezioni, di audizioni e di spettacoli orientati ad individuare e a far crescere i giovani talenti del balletto nazionale.

In città sono attesi oltre cento allievi e allieve da scuole di tutta la penisola (le iscrizioni sono arrivate dalla Campania al Piemonte), che godranno della possibilità di incontrarsi e di confrontarsi con l’esperienza di coreografi, danzatori e maestri di alcune delle più importanti accademie italiane ed europee. In totale saranno diciannove i docenti che si riuniranno ad Arezzo per InDanza&InArte e che permetteranno una programmazione didattica particolarmente variegata tra tutti gli stili della danza, dal classico al contemporaneo, dall’hip-hop fino ad arrivare alle novità del passo a due contemporaneo (con Vito Cassano e Claudia Cavalli) e della danza di carattere (un’elaborazione delle tradizioni folcloristiche e popolari curata da Paola Scelzo dell’Accademia Nazionale di Roma). L’interdisciplinarietà del campus è confermata anche dall’esperienza di danza teatrale tenuta da Amina Kovacevich della Libera Accademia del Teatro. Il docente di maggior richiamo internazionale è invece Rafael Avnikjan, insegnante di danza classica presso la Snt Ballet di Bratislava da cui arriverà anche l’insegnante di contemporaneo Angelo Parisi.

Nel corso delle due settimane sono previste alcune iniziative collaterali come le audizioni di Greta Bragantini per il percorso di alta formazione coreutica Adt – Advanced Dance Training, serate a tema dedicate all’improvvisazione nell’hip-hop e nel contemporaneo, tour alla scoperta delle bellezze del centro storico di Arezzo e lezioni a porte aperte. Al termine di ognuna delle due settimane, infine, gli allievi più meritevoli e più promettenti otterranno premi, riconoscimenti e borse di studio per le scuole di alcuni dei docenti coinvolti in InDanza&InArte o per i futuri eventi della Progetti per la Danza a partire dal concorso “Piero della Francesca” in programma a dicembre al teatro Petrarca. Tutte le lezioni saranno ospitate dai locali della Flash Dance in via Ristoro, mentre gli allievi alloggeranno all’Arezzo Sport College. «Il campus InDanza&InArte è raddoppiato nella durata e nel numero di docenti che si ritroveranno ad Arezzo – spiega Anna Pagano, presidente della Progetti per la Danza, – a testimonianza di un progetto che cresce e che riscuote partecipazione da tutta Italia, proponendo un’irripetibile esperienza di confronto e di crescita con alcuni dei maggiori professionisti del panorama internazionale».