Posta elettronica: ecco come riconoscere tutte le mail truffa

I criminali sono sempre più e più intelligenti, quindi le e-mail truffa non possono essere distinte da quelle reali. Queste e-mail spesso sembrano provenire dalla vostra banca, da agenzie governative o aziende, ma nulla potrebbe essere più lontano dalla verità. Abbiamo elencato una serie di caratteristiche di queste e-mail in modo da sapere cosa cercare.

0
87

Tutto ciò che è su Internet può essere influenzato

Il “Phishing” è una forma di frode su Internet tramite cui si ricevono e-mail truffa che possono sembrare molto reali. In questo modo, i criminali informatici vogliono scoprire i vostri dati privati o ottenere l’accesso al vostro conto bancario. In questo blog spiegheremo come riconoscere queste e-mail false e cosa si può fare al riguardo.

I criminali sono sempre più e più intelligenti, quindi le e-mail truffa non possono essere distinte da quelle reali. Queste e-mail spesso sembrano provenire dalla vostra banca, da agenzie governative o aziende, ma nulla potrebbe essere più lontano dalla verità. Abbiamo elencato una serie di caratteristiche di queste e-mail in modo da sapere cosa cercare.

Caratteristiche di una email truffa

Il mittente – Controllare sempre il mittente e l’indirizzo e-mail. Avete un’e-mail dalla vostra banca, ma non lo vedete nell’indirizzo e-mail del mittente? Allora probabilmente avete ricevuto un’e-mail falsa.

Le parole di apertura – Le aziende che vi conoscono spesso scrivono il vostro nome e/o cognome nelle parole di apertura della posta. Sanno anche se sei un uomo o una donna. Quando si è indirizzati con termini generali come “Caro cliente”, “Caro signore/parola” o “Caro indirizzo postale”, si sa che si dovrebbe prestare attenzione.

Dati personali – Spesso si vedrà nelle e-mail false la richiesta di verifica, aggiornamento o integrazione dei dati. Le aziende e soprattutto le banche non te lo chiederanno mai via e-mail. In caso di dubbio, è sempre possibile contattare l’azienda, cercare sempre i dati di contatto da soli e non rimuoverli dalla posta ricevuta.

Link – Non cliccare mai su link da mail di cui non ti fidi al 100%. È possibile controllare i link posizionando il mouse sul link, senza cliccare su di esso.

Allegati – A volte i criminali informatici mettono un file in una falsa e-mail che può causare virus sul vostro computer, tablet o telefono. Non aprire mai un allegato di una mail di cui non ti fidi.

In caso di dubbio, contattare sempre l’azienda. Dovete essere consapevoli che le banche non chiedono mai i vostri dati via e-mail e le aziende non vi chiedono mai soldi così. Quando ti viene chiesto di effettuare un pagamento, vai sempre sul sito web dove la posta sembra provenire o chiamali per verificare se le informazioni e il numero di conto sono corretti. Se non riesci a ricordare che è necessario effettuare un pagamento, è sempre saggio chiamare.

Che cosa si può fare?

Purtroppo, ricevere e-mail truffa è inevitabile. È quindi importante prestare attenzione alle caratteristiche di cui sopra. Condividi il tuo indirizzo e-mail solo con persone e organizzazioni che conosci. Le organizzazioni spesso danno la possibilità di annullare l’iscrizione in fondo alla mail, purtroppo questo non funziona per le mail truffa. Se sei convinto che un’e-mail non è reale, spostala nella tua cartella spam utilizzando il pulsante “email non richieste”. Le mail che riceverete dallo stesso mittente in futuro andranno direttamente nella cartella della posta indesiderata. È inoltre possibile segnalare la posta come messaggio di phishing, aiutando sé stessi e gli altri a proteggere i dati personali.