Brian Hook: “I test missilistici iraniani sono un atto di sfida all’Onu”

Gli Stati Uniti fanno pressione sull'Unione europea affinché imponga sanzioni all'Iran

0
61

L’inviato speciale Usa per l’Iran Brian Hook non crede alle rassicurazioni di Teheran, secondo cui il test missilistico del 4 dicembre avrebbe avuto scopi unicamente difensivi.

“Abbiamo condiviso le prove della proliferazione missilistica dell’Iran con i nostri alleati europei – ha detto Hook ai nostri microfoni. – Stiamo cercando di raggiungere un accordo. Sono ormai diversi mesi che ne discuto con le mie controparti europee. Gli Stati Uniti hanno designato diverse persone e organizzazioni che stanno facilitando i test e la proliferazione missilistica in Iran. Gli europei hanno tutte le ragioni per rispondere alla proliferazione missilistica dell’Iran, perché è un atto di sfida nei confronti del Consiglio di sicurezza dell’Onu“.

La posizione dell’Iran è che la risoluzione 2231 proibisce i test di missili con testata nucleare, ma non vieta formalmente i lanci di missili convenzionali.