Strasburgo: sparatoria nei mercatini di Natale,il killer Chèrif provoca quattro vittime e undici feriti in condizioni gravi (AGGIORNAMENTO IN TEMPO REALE)

Momenti di panico e paura nel centro della città

0
678

Sparatoria in centro a Strasburgo, città della Francia e punto di riferimento in Europa per la sede del Parlamento Europeo. Secondo le prime informazioni ci sarebbe almeno un morto e diversi feriti, mentre i media locali (che citano fonti del municipio) parlano addirittura di cinque vittime. Gli spari si sarebbero verificati al mercatino di Natale, in rue des Grandes-Arcades. L’area intorno al centro storico è stata blindata.

Lo conferma anche il vice sindaco della cittadina alsaziana su Twitter. Sarebbe stato un solo uomo ad aprire il fuoco con un’arma semiautomatica, verso le 20. L’uomo sarebbe poi fuggito, verso la Grand’Rue, dove ci sono stati altri spari. Lo riferisce il sito Dna (Derniers notices d’Alsace). L’ipotesi di attentato è stata evocata da una fonte di polizia.

In questo periodo Strasburgo è molto frequentata, per i mercatini di Natale, conosciuti in tutto il mondo. La zona intorno al centro storico è stata blindata, con il comune che ha chiesto a tutti gli abitanti di rimanere in casa. Sono ore di grande panico e in un momento che sarebbe dovuto essere pacifico e dedicato alle famiglie che scelgono i regali, tale accaduto non fa altro che mettere in allarme l’intera Europa. L’uomo che ha aperto il fuoco sulla folla si è dato alla fuga e in questo modo ci sarebbe un conflitto a fuoco con le forze dell’ordine. La città è la sede per eccellenza del Parlamento Europeo, che è stato ovviamente blindato, con ordine preciso ai deputati che erano all’interno di non uscire dalla struttura. Il killer si chiamerebbe Chèrif ed è un radicalizzato di Strasburgo, ha 29 anni, con dei precedenti penali. In questo momento ci sarebbero degli scontri armati a Neudorf, quartiere della città. La gente è stata invitata ormai da due ore all’interno delle loro abitazioni o nei vari ristoranti, con le famiglie che hanno una forte preoccupazione. Oltre alle due vittime ci sarebbero altre 7 persone in condizioni gravissime tra la vita e la morte. Il killer sarebbe barricato in una struttura che in questo momento sarebbe stata sfondata dalla Polizia, con un agente che avrebbe affermato: “Inutile barricarsi”.  La Francia aveva dato segnali di grandi reazioni in questi giorni, con la storia dei gilet gialli che aveva appassionato tutti per la determinazione di un popolo nel manifestare i propri diritti, ma proprio oggi l’incubo è tornato. Ci sarebbe un secondo sospettato che sarebbe complice di Sheriff. A riportare la notizia è stato lo stesso sindaco di Strasburgo, che avrebbe ricevuto tale informazione dalle forze dell’ordine. Tra i feriti ci sarebbe anche un giornalista italiano.

Lascia un commento