Migranti: il Natale a bordo della Open Arms

L'equipaggio della Open Arms attende di vedere all'orizzonte la destinazione finale: il porto di Algeciras.

0
142

A bordo 311 migranti, tanti bambini, che hanno conosciuto la piccola gioia di scartare i regali di Natale. I più piccoli hanno giocato a ‘Tio’ de Nadal’, una tradizione catalana che prevede di colpire con un bastone un tronchetto di legno dal quale escono regali. In questo caso pastelli e libri da colorare, che hanno fatto la felicità dei piccoli viaggiatori.

Abbiamo solo la cucina della barca – dice il coordinatore della missione di soccorso – non c’è spazio adeguato per questo tipo di necessità, per così tante persone. Cuciniamo molte volte per molte, molte ore. Cerchiamo di preparare pasti semplici. Lo facciamo per non complicare le cose. E anche per loro. Non possono mangiare tutto perché soffrono il mal di mare“.

Nei giorni scorsi, prima del Natale, altri 200 migranti sono stati soccorsi da una nave della Marina militare del Marocco nel Mediterraneo. Tutti a bordo di imbarcazioni di fortuna, sono stati trasportati a terra, dove hanno ricevuto i primi soccorsi. Sulle barche che tentavano di raggiungere la Spagna sono stati trovati anche cinque corpi senza vita.