Brexit: May, dopo la fiducia quali scenari

0
329

Nonostante la disfatta nella giornata di martedì in cui è andata sotto di 230 voti sull’accordo sulla Brexit – la premier britannica ottiene la fiducia dal parlamento superando la mozione presentata dal leader dell’opposizione Jeremy Corbyn. Un margine fragile – 325 contro 306. L’ala conservatrice dei Tories ma soprattutto gli unionisti nordirlandesi del Dup le fanno da stampella e decidono di non staccare la spina al suo governo. May ha fino a martedì per proporre un’alternativa all’accordo, impossibile rinegoziare risponde l’Unione Europea. Oppure tra le ipotesi un nuovo dialogo con le opposizioni attraverso una serie di colloqui a porte chiuse con i singoli deputati.Una proposta acolta dalle opposizioni ma a certe condizioni

Jeremy Corbyn, leader del partito Labour: Prima che possano esserci discussioni costruttive su quello che sarà il percorso futuro il governo deve assolutamente rimuovere l’ipotesi di uno scenario no-deal nelle trattative con l’Europa e tutto il caos che ne può derivare

Nonostante la posizione di Corbyn e superata la mozione, il primo ministro fa sapere che sta cercando di fare il possibile e che la disponibilità al dialogo resta:

Theresa May, Primo Ministro britannico: Da domani si terranno una serie di colloqui tra i diversi rappresentanti tra cui la sottoscritta. Sono dispiaciuta che il leader del partito labour ha scelto di non partecipare qi colloqui, la nostra porta resta aperta

Qualsiasi sarà la decisione, il tempo a disposizione è limitato. Manca poco tempo al 29 marzo data in cui senza un accordo il Regno Unito sarà costretto ad uscire dall’Unione.

Lascia un commento