Colombia: Eln rivendica responsabilità attentato di giovedì

0
183

Il comando centrale del gruppo armato Esercito di liberazione nazionale (Eln) ha rivendicato la resposnabilità dell’attentato di giovedì che ha colpito la scuola di ufficiali di polizia di Bogota uccidendo 21 persone, incluso l’attentatore. Diverse le manifestazioni nella giornata di domenica in cui centinaia di colombiani sono scesi in strada nella capèitale e nelle altre città del paese per protestare contro il terrorismo.

Il Presidente Duque ed altri rappresentanti delle istituzioni hanno abbracciato i partecipanti molti di questi appartanenti al corpo di polizia in segno di solidarietà.

Nella cattedrale della città si è tenuta una cerimonia religiosa per ricordare le vittime.Da subito i sospetti della Procura Generale colombiana sono ricaduti sull’ELN confermando che per l’attentato avrebbe aperto un fascicolo ai danni del comando centrale del gruppo armato Esercito di liberazione nazionale. Il capo dello Stato aveva annunciato la decisione di ritirare ai negoziatori della guerriglia i benefici concessi durante il negoziato avvenuto lo scorso anno.

Lascia un commento