La Luohan Academy presenta al Forum economico mondiale una relazione su tecnologia digitale e crescita inclusiva

Il documento evidenzia esempi chiave dalla Cina sul ruolo della tecnologia digitale nell'indirizzare una crescita inclusiva

0
166

La Luohan Academy, istituto per la ricerca aperta fondato da Alibaba Group Holding Limited (NYSE: BABA), oggi ha presentato al Forum economico mondiale 2019 di Davos il suo primo rapporto sulla relazione tra tecnologia digitale e crescita economica, spesso oggetto di dibattiti. Il documento dimostra come la tecnologia digitale sia in grado di guidare la crescita inclusiva in modi del tutto sconosciuti alle precedenti rivoluzioni tecnologiche, in particolare in caso di supporto da parte delle politiche e della cooperazione tra pubblico e privato.

“Con l’impegno congiunto del settore pubblico e di quello privato, e con le politiche appropriate, l’era digitale offre ai mercati emergenti delle nuove opportunità prima inesistenti”

Tweet this

Il rapporto è stato presentato nel corso di un evento in collaborazione con la Banca Mondiale e propone discorsi e discussioni di esperti di alto profilo, come la regina Máxima d’Olanda, ambasciatrice speciale per lo sviluppo della finanza inclusiva presso il segretariato generale dell’ONU (UNSGSA); Kristalina Georgieva, CEO della Banca Mondiale; Michael Spence, Professore di Economia alla New York University e insignito del Premio Nobel; Jack Ma, Presidente esecutivo di Alibaba Group; e, infine, Chen Long, Direttore della Luohan Academy. All’evento hanno partecipato oltre 120 delegati del Forum economico mondiale, tra cui rappresentanti governativi, dirigenti, accademici e responsabili di ONG, organizzazioni internazionali e agenzie per lo sviluppo.

La relazione, dal titolo “Digital Technology and Inclusive Growth” (Tecnologia digitale e crescita inclusiva) spiega perché sia possibile ripartire i vantaggi generati dalla rivoluzione digitale attualmente in corso in modo più uniforme rispetto alle precedenti rivoluzioni tecnologiche. Da un punto di vista più ampio, l’adozione e l’applicazione diffuse della tecnologia digitale non dipendono più dal livello di reddito e di sviluppo economico; nello specifico, la tecnologia digitale sta semplificando la nascita delle imprese, l’approccio verso i consumatori e l’accesso ai finanziamenti. A partire dalla Cina come caso di studio, il rapporto illustra come le tecnologie digitali siano in grado di fornire un più ampio accesso alle opportunità economiche in modo precedentemente non possibile.

“L’esperienza cinese e di altri mercati emergenti dimostra l’incredibile potenziale di un nuovo percorso di crescita, che rende lo sviluppo più inclusivo e sostenibile”, è stato il commento di Chen Long, Direttore della Luohan Academy. “Con l’impegno congiunto del settore pubblico e di quello privato, e con le politiche appropriate, l’era digitale offre ai mercati emergenti delle nuove opportunità prima inesistenti”.

Questa relazione identifica le aree in cui le tecnologie digitali hanno fatto la differenza in modo sostanziale per la crescita inclusiva in Cina e, inoltre, presenta alcuni suggerimenti su come mettere in pratica in altri mercati quanto appreso in Cina. Alcuni dei risultati estremamente importanti sono:

“Questa relazione sui modelli di crescita cinesi generati dalla tecnologia digitale è molto interessante. I dati dimostrano che, insieme, l’Internet mobile, l’e-commerce, i pagamenti tramite dispositivi mobili e i servizi finanziari basati su Internet hanno accelerato la crescita globale e portato a modelli di crescita incredibilmente inclusivi a più livelli. La relazione documenta questi effetti e ne spiega le cause”, è stato il commento di Michael Spence, insignito del Premio Nobel per l’Economia nel 2001 e Professore alla New York University. “Congiuntamente all’esperienza acquisita in altri paesi in via di sviluppo, dimostra in modo molto convincente che gli ecosistemi basati su piattaforme digitali rappresentano un nuovo e potente motore di crescita”.

Lanciata nel mese di giugno del 2018 ad Hangzhou, la Luohan Academy è concentrata sulle sfide universali generate dal rapido sviluppo delle tecnologie digitali. Forte della presenza di 16 Premi Nobel e di esponenti di primo piano del mondo scolastico nel proprio Comitato accademico, l’istituto punta a riunire i migliori eruditi per studiare i problemi più pressanti dell’economia digitale e far progredire la ricerca sulla tecnologia e sugli impatti per l’umanità.

Informazioni sulla Luohan Academy

Luohan Academy, think tank indipendente e istituto per la ricerca aperta, è stato creato da Alibaba Group il 26 giugno 2018 nella città cinese di Hangzhou. Promotori dell’iniziativa sono Jack Ma, fondatore e Presidente esecutivo di Alibaba, e i 16 membri del Comitato accademico. La Luohan Academy punta a richiamare le menti più brillanti al mondo e a offrire analisi pratiche dirette sull’e-economy, per il progresso della ricerca sulla tecnologia digitale e sugli impatti per l’umanità. L’obiettivo prefissato è duplice: capire come la tecnologia digitale possa contribuire al raggiungimento del bene comune, e creare una vasta comunità di ricerca per un apprendimento sistematico e approfondito che generi nuovi paradigmi in grado di risolvere i problemi più pressanti posti dalla società digitale.

Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

Lascia un commento