Berlino, 2711 stele al Memoriale per gli ebrei assassinati d’Europa (VIDEO)

Un luogo capace di farci sentire piccoli e dispersi

0
244

Il Memoriale per gli ebrei assassinati d’Europa, conosciuto anche come Memoriale dell’Olocausto (o meglio, Memoriale della Shoah), è un memoriale situato nel quartiere Mitte di Berlino, progettato dall’architetto Peter Eisenman, assieme all’ingegnere Buro Happold, per commemorare le vittime della Shoah. Il Memoriale è composto da un campo di 2.711 stele ed accoglie ogni anno al Centro d’Informazione più di 500.000 visitatori provenienti da ogni nazione.

Tra il 1988 e il 1989, numerose personalità quali Lea Rosh, Willy Brandt, Günter Grass e Christa Wolf sottoscrissero un appello per la realizzazione di un monumento nel centro della città di Berlino per ricordare lo sterminio degli ebrei in Europa. Nel 1994, vi fu un primo concorso pubblico per la progettazione del monumento che terminò tuttavia senza una definitiva assegnazione.

Nel 1997 ci fu un nuovo concorso pubblico, al quale vengono direttamente invitati numerosi artisti ed architetti di fama mondiale; nonostante anche il cancelliere Helmut Kohl si fosse pronunciato a favore del progetto di Peter Eisenman, la votazione finale viene ritardata a causa delle elezioni politiche del Bundestag, che approvò la realizzazione del memoriale il 25 giugno 1999.

Il 1º aprile 2003 cominciarono ufficialmente i lavori, che si conclusero il 15 dicembre 2004 con la posa dell’ultima stele. L’inaugurazione del monumento si è tenuta il 10 maggio 2005, due giorni prima dell’apertura al pubblico. Il costo approssimativo del complesso è stato di 25 milioni di euro.

Lascia un commento