Siria, Sergio Zanotti viene ufficialmente liberato: a breve il rientro a Roma

0
189

‘Liberato Sergio Zanotti in Siria‘, lo ha annunciato il premier Giuseppe Conte. L’imprenditore bresciano era stato rapito nell’aprile 2016. ‘E’ un ulteriore successo delle nostre istituzioni, in particolare dell’Aise’, ha aggiunto Conte.

“Sergio Zanotti appare in buone condizioni generali e tra qualche ora rientrerà in Italia, a Roma”, ha affermato il presidente del Consiglio.

“A conclusione di una complessa e delicata attività di intelligence, investigativa e diplomatica, condotta in maniera sinergica, in data odierna siamo riusciti a ottenere la liberazione di Sergio Zanotti, rapito in Siria nell’aprile 2016. Il nostro connazionale appare in buone condizioni generali e tra qualche ora rientrerà in Italia, a Roma. Un ulteriore successo delle nostre Istituzioni e, in particolare, dell’Aise: a loro il mio più vivo e sentito ringraziamento”. E’ quanto si legge in una nota del presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Zanotti verra’ ascoltato domani mattina in una caserma del Ros a Rom. L’imprenditore bresciano arriverà questa sera all’aeroporto di Ciampino. L’audizione sarà svolta davanti al pm Sergio Colaiocco, della Procura di Roma, che sulla vicenda aveva aperto un fascicolo in cui si ipotizzava il reato di sequestro di persona con finalità di terrorismo.

“Sono contenta. Però non so niente di più. Adesso lo aspetto”. Sono queste le prime parole della sorella di Sergio Zanotti, il bresciano scomparso da tre anni dopo un viaggio in Turchia. Era stato rapito ed è stato liberato oggi. “Sono troppo felice” ha commentato la sorella in lacrime.

Lascia un commento