Elezioni spagnole: indipendentisti catalani conquistano il parlamento di Madrid

0
145

L’appoggio dei partiti indipendentisti potrebbe essere necessario, sebbene non indispensabile, al socialista Pedro Sanchez per consolidare la maggioranza uscita dalle urne. In Catalogna quelli con cui parlare sono loro: gli uomini e le donne di Oriol Junqueras, il leader di Esquerra Republicana, in carcere dal 2017 dopo l’autoproclamazione dell’ indipendenza della regione.

Dal palco Gabriel Rufián, candidato di ERC, indica la strada da seguire: “Noi non ci accontentiamo, la sinistra repubblicana non è nata per accontentarsi e oggi, questo, è solo l’inizio di un ciclo, la prima di molte vittorie”.

15 seggi in Parlamento, un risultato che sugella anche il ribaltamento degli equilibri di forza all’interno del fronte catalano con il partito di Junqueras che si afferma come prima forza indipendentista superando il partito dell’ex presidente della Generalitat Carles Puigdemont.
L’inviato di Euronews a Barcellona, Francisco Fuentes spiega come “il risultato di Esquerra Repubblicana in Catalogna puo’ essere letto in diversi modi. Quello che è certo è che per la prima volta nella storia una forza indipendentista ha vinto le elezioni generali in Catalogna. Un messaggio molto chiaro al governo spagnolo che dovrà presto occuparsi di trovare una soluzione al problema catalano.

Lascia un commento