Elezioni europee 2019: Salvini e Zingaretti festeggiano, Di Maio e Berlusconi delusi

0
157

Il vero vincitore della tornata elettorale europea in Italia è Matteo Salvini: la sua Lega è al 34%, una crescita vertiiginosa rispetto a poco più del 6% di cinque anni fa.

Salvini: “Siamo il primo partito”

Il commento del ministro dell’Interno:
“Siamo il primo partito di un grande paese e vedremo di far valere in Europa le ragioni di questo grande paese…le ragioni degli imprenditori italiani, degli operai italiani, dei medici italiani, degli agricoltori italiani…e portando in Europa il diritto al lavoro, il vita alla vita, il diritto alla sicurezza, ma anche i valori, i principi”.

“Cosa farà ora Salvini?”

Come sarà ora la geografia della politica italiana? Interviene l’analista Gianni Riotta.”Cosa farà Salvini con questo capitale di oltre il 32%? Ha intenzione di scaricare Conte e Di Maio e i 5 Stelle? E fare cosa? Torna con Berlusconi?

Torna con Meloni e La Russa? Sembra abbastanza difficile che possa far risorgere il vecchio centro destra.
Comunque, è un gioco ancora tutto aperto”.

Zingaretti: “Sono molto soddisfatto”

In risalita anche il Partito Democratico di Nicola Zingaretti, arrivato quasi al 23%, scavalcando i 5 Stelle.

“Siamo molto soddisfatti del risultato elettorale, la scelta della lista unitaria del Partito Democratico si è rivelata vincente, soprattutto perchè introduce una grande novità politica: il bipolarismo è tornato ad essere centrato sulla forza elettorale del Partito Democratico in Italia”.

Gli sconfitti: Di Maio e Berlusconi

Tra gli sconfitti, Luigi Di Maio e il Movimento 5 Stelle escono sconfitti dalla tornata elettorale europea: scendono al 17% (nel 2014 erano al 21%).

Crollo di Forza Italia e del suo leader Silvio Berlusconi: quasi dimezzati i voti rispetto a cinque anni fa, si attesta sul 9%.
Per Berlusconi, tuttavia, sarà un debutto al Parlamento di Bruxelles.

Lascia un commento