L’erba della ndrangheta

0
438

Colpo alla ndrangheta nel reggino: si è conclusa con 27 arresti – 13 in carcere e 14 ai domiciliari – l’operazione dei carabinieri che ha sgominato un’organizzazione criminale che traeva profitto, nel territorio di San Luca, dalla produzione estensiva di marijuana.

Le piantagioni dove si produceva lo stupefacente – indirizzato alle piazze di spaccio romane e pontine – erano videosorvegliate da telecamere posizionate sui campi dalla stessa organizzazione. Sono state proprio le foto-trappole ad incastrare i responsabili, nell’ambito dell’operazione delle forze dell’ordine demoninata “Selfie”.

Secondo quanto emerso dalle indagini, al vertice dell’attività c’era Michele Carabetta, già condannato in via definitiva ad otto anni di reclusione per associazione mafiosa.

Articolo precedenteItalo-venezuelani sempre più soli
Prossimo articoloZurigo: si barrica in casa e spara, tre morti

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here