Zurigo: si barrica in casa e spara, tre morti

0
144

Ha accolto con grida e minacce l’unità speciale “Scorpion” e il gruppo di negoziatori della Polizia che, stamattina intorno alle 5.30, sono intervenuti per tentare di liberare due donne tenute in ostaggio in un appartamento di Zurigo.

All’arrivo della Polizia, dalla finestra, il sequestratore – un uomo di 60 anni – ha intimato agli agenti di allontanarsi altrimenti avrebbe sparato. Così è stato: verso le 8.30 il rapitore ha dichiarato di volersi arrendere ma dieci minuti più tardi ha esploso i colpi mortali.

L’ipotesi è che il sessantenne abbia sparato alle donne in ostaggio e poi abbia rivolto l’arma contro di sé. Da chiarire, oltre alla dinamica del fatto di cronaca, anche le motivazioni che hanno spinto l’uomo a barricarsi nell’appartamento con le due donne di 34 e 38 anni, armato e motivato ad uccidere.

Lascia un commento