Maiorca, le Grotte del Drago tra mitologia e bellezza (VIDEO)

0
107

Queste grotte si svilupparono all’interno di alcune rocce carboniche la cui metà va dagli 11 ai 53 milioni di anni, formatesi durante il periodo Miocenico superiore, quando nel Mar Mediterraneo regnava un clima molto più caldo a causa dei resti di scogliere di corallo e conchiglie di organismi marini accumulatisi sul fondo del mare.

Questi fossili si possono facilmente osservare nelle rocce e nelle falesie situate accanto alle grotte. Le rocce sono a composizione calcarea , formteda minerali come Calcite o Aragonite (CaCO3), Che possono dissolversi facilmente a causa dell’acqua piovana che filtra attraverso le crepe o a causa della porosità del terreno le quali, aumentando di grandezza, formano le sale e i laghi, coprendosi di stalattiti che si formano a partire dal soffitto e scendono come un tubo sottile assumendo la loro tipica forma conica e di stalagmiti, che nascono dal suolo come conseguenza del gocciolamento di una stalattite fino ad unirsi e formare, a volte, una colonna.

La crescita di queste formazioni oscilla tra gli 0,2 e i 1,6 mm all’anno. La temperatura della grotta varia tra i 17° e i 21° mentre quella dell’acqua dai 18° e i 19°. L’umidità relativa è di circa il 90%-95%, fondamentale per mantenere la crescita delle formazioni. Buona visione.

 

Lascia un commento