Giornata storica per il Cile: una nuova costituzione in arrivo

0
46

Una giornata storica In Cile, dove i partiti hanno convenuto che è arrivato il momento di promulgare una nuova costituzione.

Il processo coinvolgerà i cittadini fin dalla fase iniziale, quando nei prossimi mesi verranno chiamati a esprimersi circa la volontà di una nuova costituzione. La decisione arriva al culmine di discussioni parlamentari andate avanti per giorni. “La gente è stata capace di abbattere le barriere politiche e anche quelle del possibile” ha detto Catalina Perez, presidente del Partito della rivoluzione democratica.

Un primo risultato per i cileni che da un mese manifestano in strada chiedendo riforme strutturali, migliori servizi più uguaglianza sociale, con oltre 20 cadaveri rimasti a terra dopo gli scontri con le forze dell’ordine.

Appuntamento ad aprile

I cileni definiranno in un plebiscito che si svolgerà ad aprile 2020 il meccanismo con cui si redigerà una nuova Costituzione in sostituzione di quella del 1980 ereditata dalla dittatura di Augusto Pinochet.

La scelta è stata fatta da governo e opposizione dopo due giorni di discussioni, e ad un mese dall’inizio delle proteste di piazza in Cile. “E’ una notte storica per il Cile e la democrazia. E’ una risposta della buona politica, della politica in lettere maiuscole, che ha coinvolto trasversalmente tutti i partiti”, ha dichiarato il presidente del Senato Jaime Quintana, che ha anche voluto ricordare “le vittime di entrambe le parti” e “le persone morte e colpite nei loro diritti essenziali”. Nel referendum i cileni diranno se vogliono una nuova Costituzione o meno, e se essa dovrà essere scritta da una Assemblea costituente o da una ‘Commissione mista costituzionale’

Lascia un commento