Palermo, “No Mafia Memorial”: un percorso sulla mafia e l’antimafia (VIDEO)

0
101

l Memoriale-laboratorio della lotta alla mafia è un progetto cresciuto in molti anni e ora un cantiere aperto per la realizzazione di uno spazio multimediale, che sia insieme:

un percorso museale sulla mafia e sull’antimafia, dalle origini ai nostri giorni;

– un laboratorio didattico, gestito da docenti e studenti;

– una biblioteca, una mediateca, un archivio di documenti e una banca dati,

– un luogo di ricerca, di incontro e di progettazione.

In breve: uno spazio da vivere e non solo un museo da visitare.

I promotori: il Centro Impastato e il Comune di Palermo. Il 30 dicembre del 2015 la Giunta comunale di Palermo ha condiviso il progetto del Centro e ha deliberato la realizzazione del No Mafia Memorial, impegnandosi a mettere a disposizione i locali di Palazzo Gulì.

Palermo e il No Mafia Memorial. Palermo negli ultimi decenni è stata teatro della violenza mafiosa, ma pure laboratorio di idee, conoscenze, mobilitazioni che hanno segnato una svolta nella storia della città. No Mafia Memorial è un nuovo spazio collettivo di questo laboratorio, dove far  nascere nuove idee e nuove pratiche di liberazione dalla mafia e dalle complicità che l’hanno resa forte e impunita.

La sede. Il palazzo Gulì è in via Vittorio Emanuele 353, nel centro storico di Palermo, area pedonale dopo il riconoscimento dell’Unesco dei monumenti del periodo Arabo-Normanno come patrimonio mondiale dell’Umanità.

Le adesioni. Il progetto ha raccolto molteplici adesioni, a livello locale, nazionale e internazionale, tra cui la RAI, importanti soggetti del Terzo Settore, familiari di vittime, fondazioni e associazioni, studiosi, docenti, giornalisti, e si avvale della collaborazione di operatori culturali con una lunga esperienza sul terreno degli allestimenti di gallerie e di mostre.

Lascia un commento