Rabbino aggredito a New York

0
121

5 persone sono rimaste ferite in un attacco a colpi di machete avvenuto sabato notte nell’abitazione di un rabbino di Monsey, una cittadina a circa 30 km da New York. Due dei feriti versano in gravi condizioni.

L’aggressore, che in un primo momento era riuscito a fuggire in auto, è stato poi arrestato nella zona di Harlem. La polizia ha anche perquisito un’abitazione a Greewnwood Lake, località non lontana da Monsey. La casa potrebbe essere quella dell’autore dell’attacco.

L’episodio si inserisce in una serie di attacchi antisemiti che si sono verificati negli ultimi giorni a New York tanto che le autorità della Grande Mela hanno rafforzato i controlli nell’area di Brooklyn, quella più colpita.

Sulla vicenda è arrivato anche il commento del governatore dello stato di New York Andrew Cuomo che ha definito quando accaduto “un atto spregevole e codardo”.

Lascia un commento