Coronavirus, Barcellona Pozzo di Gotto: aggiornamenti dall’ospedale Cutroni Zodda (VIDEO)

0
272

Scuole chiuse, uffici chiusi, smart working, ordinanze dei locali. Un periodo difficile quello del nostro paese, che nella giornata di ieri ha visto i primi contagi di coronavirus anche nella provincia di Messina.

Si tratta di un vigile del fuoco cinquantenne di Sant’Agata Militello, ricoverato al reparto di Malattie infettive dell’ospedale di Barcellona, e un uomo che al momento sarebbe isolato nella sua abitazione di Messina. In Italia i malati sono 3916, di cui 147 vittime e 523 guariti

Al momento abbiamo cercato di metterci in contatto con il reparto di malattie infettive di Barcellona Pozzo di Gotto, sia telefonicamente che di presenza, ma per rispettare giustamente la privacy dell’individuo, l’ospedale ha deciso di non rilasciare informazioni o dichiarazioni su quello che è lo stato di salute del malato. Tuttavia saranno pubblicati dei bollettini nei prossimi giorni, dove si potrà sapere qualcosa in più.

Intanto è stato sottoscritto il protocollo per la gestione dell’eventuale sospetto di Coronavirus da parte dell’ospedale Cutroni Zodda.
Il paziente che accede al pronto soccorso con sospetta sindrome da Coronavirus sarà dirottato nella tenda pre-triage allestita dalla Protezione civile nel parcheggio antistante l’ingresso dello stesso pronto soccorso. Lì sarà esaminato dal personale del pronto soccorso e quindi il Medico di turno richiederà la consulenza Infettivologica, che sarà espletata nell’immediatezza. L’infettivologo deciderà se il paziente necessita di ricovero ed in tal caso lo stesso verrà immediatamente ricoverato senza transitare dai locali di pronto soccorso, ma seguendo il tragitto esterno fino ai locali dell’unità operativa di malattie infettive. Se viceversa l’infettivologo dovesse escludere problematiche legate a Coronavirus, il paziente uscirà dal protocollo e seguirà il normale iter diagnostico. Nel caso in cui dovesse verificarsi, sempre a parere dell’infettivologo, una necessità di ricovero, ma senza disponibilità di posto letto, il paziente sarà ugualmente trasportato nel reparto di malattie infettive, dove rimarrà in attesa di sistemazione, compatibilmente con le esigenze assistenziali. Il protocollo è stato sottoscritto dalla direzione sanitaria del presidio di Barcellona Pozzo di Gotto e dai responsabili delle unità operative di Pronto Soccorso, Malattie infettive e Radiologia.

Lascia un commento