Coronavirus, caos negli aeroporti degli Stati Uniti

0
76

Caos negli aeroporti degli Stati Uniti per i cittadini americani che rientrano dall’Europa, gli unici a cui è permesso arrivare nel Paese dopo il blocco voli varato dall’amministrazione Trump.
Negli scali internazionali – da New York a Dallas, da Washington a Chicago – si registrano lunghissime file e attese di ore per passare i controlli previsti dalle procedura anticoronavirus. Tutto testimoniato dalle immagini postate dai passeggeri sui social media che mostrano frustrazione e confusione.
Molti gli americani che si sono imbarcati subito dopo l’entrata in vigore delle restrizioni, nella notte tra venerdì e sabato, per paura di restare bloccati e di veder cancellare i propri voli.

Lascia un commento