Coronavirus, il Cio ufficializza sulle Olimpiadi: “Un mese e poi si decide”

0
62

Il Cio ha ufficializzato adesso quanto anticipato dall’ANSA sul possibile rinvio dei Giochi olimpici di Tokyo 2020 e che entro quattro settimane prenderà una decisione. Nella nota diffusa dopo l’esecutivo straordinario, il Comitato olimpico internazionale fa sapere che “in pieno coordinamento e partenariato con il Comitato organizzatore di Tokyo 2020, le autorità giapponesi e il governo metropolitano di Tokyo, avvierà discussioni dettagliate per completare la valutazione del rapido sviluppo della situazione sanitaria mondiale e il suo impatto sui Giochi olimpici, compreso un eventuale rinvio. Il CIO è fiducioso di aver portato a termine queste discussioni entro le prossime quattro settimane e apprezza molto la solidarietà e la collaborazione di comitati olimpici e federazioni nel supportare gli atleti e adattare la pianificazione dei Giochi”.

Bach ad atleti “vite umane hanno precedenza sui Giochi – “Le vite umane hanno precedenza su tutto, inclusi i Giochi”: lo afferma il presidente del Cio, Thomas Bach, nella lettera inviata agli atleti al termine dell’esecutivo straordinario. Bach ha sottolineato che salvaguardare la salute di tutti i soggetti coinvolti e contribuire a contenere il virus è il principio fondamentale. “Le vite umane hanno la precedenza su tutto, inclusa la messa in scena dei Giochi. Il Cio vuole far parte della soluzione. Pertanto abbiamo reso il nostro principio guida per salvaguardare la salute di tutti i soggetti coinvolti e per contribuire a contenere il virus”. “Vorrei – scrive Bach – e tutti stiamo lavorando per questo, che la speranza espressa da così tanti atleti, comitati olimpici e federazioni di tutti e cinque i continenti sia soddisfatta. Spero che alla fine di questo tunnel che stiamo attraversando, senza sapere per quanto tempo, la fiamma olimpica sia la luce”.

Paltrinieri “io mi alleno,ma Cio decida presto” – “Noi vogliamo andarci alle Olimpiadi e io sto continuando comunque a pensare che si facciano ad agosto. Proseguo ad allenarmi anche se non è facile”. Gregorio Paltrinieri, olimpionico del nuoto, guarda a Tokyo 2020 con speranza ma non poche incertezze. “Se dovessero decidere di farle nelle date prestabilite – dice all’ANSA – significherebbe che la situazione sarà migliorata. Ma non sappiamo se ad agosto questa emergenza sarà passata e oggi sarebbe forse giusto rimandarle. Ma mi fido del Cio, che deve decidere presto: ora serve prontezza di risposte soprattutto verso gli atleti”.

Lupo-Nicolai “niente fretta, presto per decidere” – “E’ presto per decidere sulle Olimpiadi. Fa bene il Cio a prendere tempo”. Lo dicono in coro Daniele Lupo e Paolo Nicolai, coppia d’argento del beach volley a Rio 2016. “Piacerebbe anche a me avere certezze, ma in questo momento sarei egoista. Le olimpiadi sono molto distanti e per il Cio è presto per decidere”, dice Nicolai all’ANSA. “Sono d’accordo – aggiunge Lupo – non si può chiedere di decidere ora. Loro ci dicono che molto probabilmente si faranno. Mi sento di continuo con Malagò, è positivo e di lui mi fido ciecamente”.

Lascia un commento