Coronavirus, Trump ferma l’immigrazione: in Cina 10 nuovi casi

0
45

Donald Trump ha annunciato nella briefing alla Casa Bianca sul coronavirus di aver firmato l’ordine esecutivo che limita l’immigrazione in Usa, sospendendo per 60 giorni le green card.

“Sono certo che l’epidemia di coronavirus ci sarà in autunno, ma saremo più preparati. Se sarà grande o piccola dipenderà dalla nostra risposta”: lo ha detto Anthony Fauci, l’autorevole virologo della task force Usa anticoronavirus.

Donald Trump si è detto fortemente in disaccordo con il governatore repubblicano della Georgia Brian Kemp per la sua decisone di riaprire da venerdì spa, saloni di bellezza, barbieri e parrucchieri, centri massaggi e per i tatuaggi. “Amo questa gente ma possono aspettare ancora un po’ perché la sicurezza deve predominare”, ha detto nel briefing alla Casa Bianca sul coronavirus.

Il numero dei contagi da coronavirus in America latina ha subito una nuova forte crescita passando in circa 48 ore da 101.636 a 121.087 casi. Anche i morti hanno subito un incremento di oltre 1.000 unità nello stesso periodo, attestandosi a quota 6.116. E’ quanto emerge da una statistica elaborata dall’ANSA riguardante 34 Nazioni e territori latinoamericani. E’ il Brasile che registra il maggior numero sia di contagiati, quasi i due terzi del totale (45.757), sia di vittime, che sono un po’ meno di quelli registrati complessivamente (2.906). Seguono, con più di 1.000 contagiati, Perù (19.250 e 530), Cile (11.296 e 160), Ecuador 10.850 e 537), Messico (10.544 e 970), Repubblica dominicana (5.300 e 260), Panama (4.992 e 144), Colombia (4.356 e 206), Argentina (3.288 e 159) e Cuba (1.189 e 40).

La Cina ha registrato ieri 10 nuovi casi di infezione da Covid-19, di cui 6 importati e 4 individuati nelle province di Heilongjiang (3) e Guangdong (1). La Commissione sanitaria nazionale (Nhc), che non ha rilevato ulteriori decessi, ha aggiornato il numero di contagi di ritorno a 1.616, di cui 823 risoltisi con la guarigione e 793 sotto cure mediche, comprensivi di 37 in gravi condizioni. I casi a livello nazionale sono saliti a 82.798, tra 959 pazienti ancora in cura, 4.632 decessi e 77.207 persone guarite. I nuovi asintomatici sono stati 27, portando il conto totale a 984, di cui 166 provenienti dall’estero, tutti attualmente sotto osservazione.

La Libia registra nelle ultime 24 ore altri 9 casi di coronavirus che portano il totale dei contagi confermati a 68. Lo rende noto il Centro nazionale libico per il controllo delle malattie sulla propria pagina ufficiale Facebook, precisando che i malati guariti rimangono stabili a 15. Finora nel Paese nordafricano il virus ha provocato un solo morto.

Il bilancio delle vittime per coronavirus in Pakistan è salito a 220 morti, mentre i casi positivi hanno raggiunto quota 10.503. Lo ha reso noto il ministro della Salute nel bollettino odierno. Secondo i nuovi dati, nelle ultime 24 ore sono stati registrati 15 nuovi morti e 742 nuovi casi di positività al Covid-19. Nel dettaglio, la provincia del Punjab conta 4.590 casi, quella del Sindh 3.373, quella del Khyber Pakhtunkhwa 1.453, quella del Balochistan 552. La regione del Gilgit Baltistan registra 290 casi, mentre Islamabad 204 e il Kashmir pakistano and Pakistani Kashmir 51.

Lascia un commento