Clima e scioglimento dei ghiacciai: la scomparsa degli orsi polari entro il 2100

0
174

Sta facendo molto rumore lo studio pubblicato sul magazine americano “Nature Climate Change” legato alla possibile scomparsa degli orsi polari entro il 2100. La colpa di tale tragedia sarebbe da attribuire al riscaldamento climatico che porterebbe allo scioglimento dei ghiacciai, distruggendo di fatto l’habitat naturale di questa specie, favorendone purtroppo la morte e l’estinzione nei prossimi 80 anni.

Secondo Peter Molnar, uno degli autori dello studio, ci sarebbero poche chance per gli orsi polari nel momento in cui le emissioni dovessero continuare nei prossimi anni con il ritmo odierno. Tale situazione di rischio potrebbe portare gli orsi a non potersi spostare se non con enormi difficoltà e di conseguenza a non potersi cibare, motivo per cui è necessario che questa specie sempre più rara sviluppi maggiori capacità di sopravvivenza, in modo da riuscire a digiunare più a lungo e ad accumulare più energia di oggi.

Alcuni critici sostengono che già in passato gli animali si sono quasi sempre adattati alle situazioni difficili, riuscendo a sopravvivere, ma i dati scientifici ci rivelano che se le emissioni dovessero continuare con questo ritmo, lo scioglimento dei ghiacciai entro il 2100 sarebbe inevitabile e indipendentemente dal fatto che gli orsi polari possano adattarsi o meno a tale situazione, la vera certezza è che per loro arriveranno sicuramente dei tempi ancor più difficili di quelli odierni.

 

Lascia un commento