Cercano di fuggire da Hong Kong dopo la nuova legge sulla sicurezza nazionale: 12 arresti

0
251

Secondo i rapporti, più di 10 residenti di Hong Kong, tra cui un attivista accusato ai sensi della legge punitiva sulla sicurezza nazionale della città, sono stati arrestati dalla guardia costiera cinese mentre cercavano di fuggire a Taiwan. La guardia costiera cinese ha rilasciato una dichiarazione su Weibo affermando che domenica alle 9 del mattino le autorità del Guangdong hanno rintracciato un motoscafo sospettato di un passaggio di confine illegale.

L’avviso, pubblicato mercoledì sera, diceva che più di 10 persone erano state arrestate, inclusi due sospetti soprannominati Li e Tang. Radio Free Asia e HK01 hanno riferito che 12 giovani erano sulla barca, diretti a Taiwan, una distanza di circa 600 km, dove molti attivisti per la democrazia sono fuggiti dopo l’attuazione di una legge radicale sulla sicurezza nazionale.

Citando fonti anonime, i due organi di stampa hanno affermato che l’attivista Andy Li era tra gli arrestati. Giovedì pomeriggio il capo della polizia di Hong Kong, Chris Tang, ha detto ai media di aver ascoltato i rapporti ma le forze dell’ordine non avevano informazioni sugli arresti e stavano attivamente cercando informazioni dalle autorità del continente. Li – che ha lavorato per aumentare la consapevolezza globale della situazione a Hong Kong attraverso campagne pubblicitarie e invitando osservatori elettorali stranieri per i sondaggi locali lo scorso anno – è stato precedentemente accusato di aver violato la nuova controversa legge sulla sicurezza nazionale di Hong Kong e rilasciato su cauzione.

Finora la polizia di sicurezza nazionale ha arrestato 25 persone ai sensi della legge. Li è stato arrestato lo stesso giorno di Jimmy Lai, attivista e proprietario del quotidiano Apple Daily, perché sospettato di collusione con forze esterne o straniere contro la sicurezza nazionale. Solo uno dei 25 è stato formalmente accusato: Tong Ying-kit.

A Tong è stata negata la libertà su cauzione durante un’udienza questa settimana, mentre gli altri sono stati tutti rilasciati su cauzione della polizia, ma ad alcuni, compreso Lai, è stato sequestrato il passaporto – un sequestro che è stato consentito per gli arresti previsti dalla legge sulla sicurezza nazionale.

Secondo le coordinate diffuse dalla guardia costiera cinese, la barca è stata sequestrata nel Mar Cinese Meridionale a circa 78 km dall’isola di Hong Kong. Questa settimana l’Esercito popolare di liberazione ha condotto molteplici esercitazioni antincendio dal vivo.

Un’area d’acqua al largo della costa della provincia di Guangdong, a nord dell’isola di Hainan, è stata vietata al traffico marittimo, secondo quanto riportato dai media. Non è chiaro se le persone arrestate saranno rimandate a Hong Kong o dovranno affrontare accuse nella Cina continentale.

Secondo quanto riferito, i 12 giovani sono ancora in custodia di polizia. La guardia costiera cinese ha affermato nella sua dichiarazione di mercoledì che il caso era ancora “sotto inchiesta”. Secondo la legge continentale, possono essere soggetti a un anno di reclusione per attraversamento illegale della frontiera.

Articolo precedenteBoicottaggio NBA, i giocatori non scendono in campo per protestare contro la sparatoria della polizia ai danni di Jacob Blake
Prossimo articoloDiamo a colf e badanti la possibilità di pagare le tasse

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here