Scorci di Umbria, dalla Basilica di San Francesco di Assisi al Sagrantino di Montefalco (VIDEO)

0
50

La Basilica di San Francesco di Assisi

Nella complessa storia che ha segnato la sua evoluzione, la basilica fu sempre custodita dai cosiddetti “frati della comunità”, il gruppo che andò in seguito a costituire l’Ordine dei Frati Minori Conventuali. Nel 1754 Benedetto XIV l’ha elevata alla dignità di Basilica patriarcale e Cappella papale. Nell’anno 2000, insieme ad altri siti francescani del circondario, la basilica è stata inserita nella Lista del patrimonio dell’umanità dell’UNESCO.

Montefalco tra vigneti e cantine

Il comune di Montefalco fa parte del club dei “Borghi più belli d’Italia” ed è famoso perché risulta essere il maggior punto di riferimento in Umbria e non solo per quanto riguarda i vini, basterebbe solamente osservare l’immensa distesa di vigneti prima di raggiungere il centro cittadino.

Il Sagrantino di Montefalco

Il Sagrantino di Montefalco è il vino rosso che ha reso famosa l’Umbria in tutto il mondo. Ed è anche il vino autoctono che ne rispecchia i profumi e i sapori più veri. Il vitigno Sagrantino cresce solo qui, o meglio è nelle verdi colline attorno a Montefalco e raggiunge i risultati migliori, grazie ad una combinazione di fattori come territorio, clima e la cura dei vignaioli umbri.

Il Reportage/Spot

A questo proposito abbiamo realizzato un mini-spot per tributare Assisi e Montefalco. Un piccolo video di 39 secondi per farvi osservare qualche piccolo scorcio di questi due luoghi che contribuiscono a rendere l’Umbria una delle terre più belle d’Italia.

Lascia un commento