Nike vince la causa con una società di Brooklyn: interrotta la vendita di “Satan Shoes”

0
61

Un giudice federale giovedì si è schierato con la Nike ordinando a una società di Brooklyn di interrompere temporaneamente le ulteriori vendite di “Satan Shoes” prodotte in collaborazione con il rapper Lil Nas X.

Il giudice distrettuale degli Stati Uniti Eric Komitee a Brooklyn si è pronunciato tre giorni dopo che Nike ha citato in giudizio MSCHF Product Studio Inc, sostenendo che le scarpe da ginnastica nere e rosse a tema diavolo, che portano il logo Nike “swoosh”, violavano i suoi marchi.

Le scarpe sono versioni personalizzate delle Nike Air Max 97 e raffigurano un passaggio biblico che si riferisce alla caduta di Satana dal cielo. Sono state realizzate solo 666 paia, che costano 1.018 dollari ciascuna. Lil Nas X, noto per la canzone “Old Town Road”, stava progettando di selezionare colui che sarebbe riuscito ad ottenere il paio numero 666, ma quel piano è stato accantonato a seguito della causa legale di Nike presentata due giorni fa.

“MSCHF crede fermamente nella libertà di espressione”, ha affermato la società in un comunicato. “Non vediamo l’ora di lavorare con Nike e il tribunale per risolvere questo caso nel modo più rapido”. Gli avvocati di MSCHF avevano affermato che le Satan Shoes non erano “tipiche scarpe da ginnastica, ma piuttosto opere d’arte numerate individualmente”, in seguito alle “Jesus Shoes” dell’azienda basate sullo stesso modello Nike nel 2019.

Lascia un commento