Arè Rock Festival, si riparte giovedì 26 febbraio

0
376

Tutto pronto per la terza edizione dell’Arè Rock Festival, concorso nazionale per artisti emergenti organizzato dall’associazione culturale Europa Giovane.

Si riparte giovedì 26 febbraio dalle ore 21:30 presso il pub “I Bucanieri” di vico Gloria a Barletta con l’energia, il ritmo e la melodia di Chiazzetta (Pop Punk Cantautorale, Latina), Eco (Power Pop, Gravina) e Missing Link (Indie Rock, Palo del Colle). Si tratta della prima serata delle qualificazioni live, che avranno luogo per dieci giovedì come sempre presso lo scenografico locale sito nel centro della città. Una giuria composta da musicisti, giornalisti e cultori della musica serata per serata voterà le band per stilare la classifica generale; i primi 6 gruppi accederanno alla finale-evento del concorso (maggio-giugno) e si contenderanno il premio di 2000 euro in palio.

I gruppi in gara

Chiazzetta (Pop Punk Cantautorale, Latina)

Gabriele Graziani in arte Chiazzetta nasce nel 1981 a Latina e afferma di essersi avvicinato subito al punk perché “a quei tempi c’era ancora qualcosa a cui ribellarsi. Con il suo gruppo, i Nonostante Che, pubblica ben presto il primo cd autoprodotto, intitolato “Plebaglia Musicale”. Nel 2006, dopo due anni di collaborazione con il produttore artistico Roberto Cola, esce invece “Almeno la metà” con il supporto dall’etichetta Linea due di Francesco Gazzè. Intanto si intensificano le esperienze live nel Lazio e in altre regioni d’Italia. Dopo aver partecipato a numerosi festival come Aritmia mediterranea (Molfetta), al M.E.I. per ben tre volte (Faenza 2005/2006/2007), il Primo maggio della città di Latina e l’Indipendent Day Festival (Sanremo 2008), comincia a riscuotere notevoli riscontri nazionali, approdando al Roxy Bar di Red Ronnie, a Viva Radio 2 con Fiorello e infine al Primo Maggio 2008 a piazza San Giovanni a Roma davanti a 500.000 persone. Il 26 maggio dello stesso anno firma un contratto con l’etichetta Cinico Disincanto, per cui pubblica il cd “Quello che mancava”. Il video del singolo “Quel po’ di logica” viene mandato in onda su Raitre nei titoli di coda di Blob, proprio durante il premio Fabrizio De Andrè di cui Chiazzetta è finalista. Chiazzetta afferma di portare un “messaggio di estrema tristezza vissuta con ironia e serenità”: “Solo quando si ha il coraggio di affrontare la tristezza per quello che è, senza sforzarsi di mascherarla o ignorarla, si può poi ritornare davvero ad essere felici”.

Eco (Power Pop, Gravina)

Come l’eco è il riflesso del suono contro un ostacolo, così la musica della band, nata tra i banchi di scuola nel 2003, cerca di diffondersi tra la gente per poi ritornare con ancora maggiore carica a chi la suona e propone. Comune denominatore che lega i componenti del gruppo, che hanno un’età che oscilla tra i 19 e 20 anni, è la passione per l’arte della musica e la voglia di esprimersi attraverso di essa, divertendosi. Dopo qualche difficoltà nel reperimento di un batterista con cui stabilire una giusta intesa, nel 2006 la formazione si stabilizza in quella attuale, che permette al gruppo di lavorare a progetti più ambiziosi che sappiano guardare ad un futuro musicale. I risultati non tardano ad arrivare. La band infatti è protagonista di tour invernali ed estivi e partecipa con successo a festival e concorsi. Gli Eco così condividono il palco con personaggi dello spettacolo come Carlo Pastori e Marco Milani (Mandi-Mandi) e sono finalisti al “Festival di Musica Giovane” di Andria nel 2007 e nel 2008, in un’esperienza che risulta molto formativa. Dopo il quarto posto ottenuto nel 2007 in occasione della prima edizione del concorso “Vengo Anch’io”, gli Eco sono i vincitori dell’edizione 2008. Con il 2008 arriva anche il primo demo autoprodotto (contenente sette brani inediti), stampato in 500 copie esaurite in circa due settimane. La band è così recensita e/o intervista su “La Gazzetta del Mezzogiorno” e su quotidiani come “Il Levante” e “Gravina Online”. Anche le radio pugliesi si accorgono di loro, trasmettendo i loro brani.

Missing Link

Il progetto Missing Link inizia nel gennaio del 2005. Dopo vari avvicendamenti si arriva ad una prima formazione con voce femminile che porta alla realizzazione di un primo demo, in cui la band si avvale della collaborazione di Biagio Fumai, back-liner e supporter di Caparezza, Alex Britti e Velvet. Il prodotto riscuote subito consensi e viene trasmesso nella trasmissione radiofonica Sold-out presentata da Carlo Chicco sulle frequenze di ControRadio. Dopo alcune esibizioni live il progetto subisce una battuta d’arresto a causa dell’abbandono del gruppo da parte della cantante, ma riprende con grande vigore nel settembre del 2007 con l’entrata nella formazione di Francesco alla voce e Biagio alla chitarra. E’ ancora a ControRadio che a fine gennaio 2008 è presentata la nuova line-up e demo, quest’ultimo recensito su Rockit. La formazione attuale della band risale però al mese di aprile dello stesso anno. L’ultimo ep della band, ultimato nel 2009, si intitola “Fine Apparente” e comprende tre canzoni. Dal 2005 ad oggi il gruppo ha intanto accumulato molti concerti, dalle esibizioni al concorso “Suoni a Sud Est” e a “Rock Targato Italia” ai concerti al Parco 2 Giugno e allo Stadio della Vittoria a Bari. Le esperienze precedenti degli attuali componenti della band spaziano da quelle già menzionate del chitarrista Biagio Fumai, che, dopo aver curato registrazione e produzione di tutti i demo del gruppo, vi è entrato a pieno titolo nel 2007, alla partecipazione a tribute band per Oasis e Perfect Circle.

I selezionati di questa edizione dell’Arè Rock Festival saranno trasmessi in radio in Uk: è confermata infatti anche per quest’anno la partnership con l’inglese Radio Reverb grazie al programma “Radio Sofia”, prodotto e presentato da Emilia Telese e dedicato alla cultura alternativa italiana. L’edizione 2009 della trasmissione, che va in onda a Brighton sui 97,2 FM e in live web streaming su www.radioreverb.com, sarà infatti maggiormente incentrata sulla musica delle band emergenti. Altri mediapartner dell’edizione 2009 sono Musicalnews.com, quinto portale musicale italiano, che seguirà anche quest’anno ogni singola serata del festival, il primo mensile gratuito di musica e concerti nato in Italia, MusicClub, l’interessante sito di informazione musicale MusicBoom.it, che dedicherà anche uno speciale al concorso, la webzine di musica, teatro, libri e cultura SaltinAria.it, la rivista online di musica e cultura Mescalina.it, rivista online di musica e cultura, che recensirà i demo dei migliori gruppi dell’edizione 2009, Italianissima.net – canzoni per sognare, poesie in musica, visitatissimo sito dedicato alla Musica Italiana, Gufetto.it, magazine che si occupa di musica, libri, teatro, cinema e tanto altro ancora, Romamusica.it, settimanale dedicato allo spettacolo e Giro di vite.it – news e informazioni dalle città invisibili e l’associazione culturale Open House che l’ha creato nel 1994.

Ampia visibilità alle notizie sul concorso inoltre è fornita fin dalla prima edizione dalla Gazzetta del Mezzogiorno.

L’anno scorso la prestigiosa giuria formata da Marcello Balestra (direttore artistico Warner Music Italia), Roberta Balzotti (giornalista Rai), Giuseppe Dimiccoli (Gazzetta del Mezzogiorno) e Antonio Ranalli (Musicalnews.com, Jam e Vintage, direttore responsabile di Musikbox), ha decretato la vittoria della Fame di Camilla (Bari/Fier, indie-pop rock), che pochi mesi dopo al M.E.I. 2008 ha ritirato al prestigioso teatro Masini di Faenza il DEMO Award assegnato dalla storica trasmissione di Radio1Rai di Pergolani e Marengo per la migliore band dell’edizione 2007/2008 del programma. Nel 2007, vincitore dell’Arè Rock Festival era stato Giovanni Block (canzone teatro, Napoli), poi premiato come migliore autore emergente al Premio Tenco al teatro Ariston di Sanremo. Entrambi i vincitori stanno confermando le potenzialità individuate in loro dai giurati della manifestazione e sono avviati lungo un percorso artistico di successo nazionale.

Lascia un commento