Finale Coppa del Mondo di parapendio a Poggio

0
143
Rieti - Dal 1 al 12 settembre a Poggio Bustone si terrà la finale della
Coppa del Mondo di parapendio (PWC), schierati i 130 migliori piloti delle
26 nazioni che hanno partecipato alle precedenti tappe in Brasile, Corea,
Turchia, Francia e Croazia. In palio il titolo di campione del mondo del
circuito World Cup.
La conca retina è stata scelta per le eccellenti condizioni meteorologiche,
adatte al volo in parapendio.
Organizzata dalla associazione Alta Quota di Poggio Bustone con la
collaborazione della Pro Loco e di Cornizzolo Eventi, il patrocinio del
comune di Poggio Bustone, della provincia di Rieti e della regione Lazio, la
manifestazione non nasconde  l'obiettivo di fare del volo libero un'attività
di richiamo turistico. Infatti la competizione creerà un notevole movimento
di persone tra addetti ai lavori, piloti in gara ed appassionati che
convergeranno in loco per assistere alla gara.
Cerimonia d'apertura il 1 settembre, ore 20, in piazza Emo Battisti a Poggio
Bustone, presenti il sindaco Alberto Cerroni, per la provincia il presidente
Fabio Melilli e l'assessore allo sport Francesco Tancredi, i consiglieri
regionali Annamaria Massini, Antonio Cicchetti e Mario Perilli, l'onorevole
Guglielmo Rositani ed il senatore Angelo Maria Cicolani. Sfilerà il
complesso bandistico di Poggio Bustone, mentre nella vicina piazza Regina
Elena sarà imbandito un buffet per circa 250 tra ospiti e piloti.
Meteo permettendo, si disputerà una manche al giorno per determinare la
classifica finale: i piloti s'innalzeranno in cielo dal decollo di
Monterosato per toccare punti salienti del territorio sabino, con percorsi
di decine di km lungo la pedemontana reatina. Le correnti d'aria
ascensionali saranno l'unico motore dei parapendio, silenzioso ed in
perfetta sintonia con l'ambiente.
Particolare risalto avrà la giornata del 5 settembre, quando la carovana
della PWC si trasferirà in Abruzzo per disputare una prova con decollo da
Campo Imperatore e atterraggio ad Onna, il paese che il recente sisma ha
reso tristemente noto.

Lascia un commento