Al via la tredicesima edizione del Festival Elba, Isola Musicale d’Europa

1
728

Il Festival Elba, Isola Musicale d’Europa è stato fondato nel 1997 da George Edelman e Yuri Bashmet, legati fin dagli anni di scuola da profonda amicizia e da un grande sodalizio artistico, con l’intento di creare un appuntamento musicale di rilievo nel panorama dei festival internazionali di musica classica e jazz.

La caratteristica peculiare del Festival elbano è quella di essere un momento di incontro fra grandi musicisti che giungono da diversi paesi e che si trovano insieme a Portoferraio per studiare nuovi programmi cameristici e sinfonici: quasi ogni concerto del Festival è infatti una produzione originale che viene intensamente provata in loco e proposta al pubblico per la prima volta.

Molto spesso in questo modo sono nate nuove collaborazioni artistiche fra i musicisti conosciutisi sull’Isola d’Elba e i programmi creati per il Festival elbano sono poi stati da loro riproposti nelle più importanti sale da concerto d’Europa.

Nel corso degli anni si sono alternati e hanno collaborato sul palcoscenico del Festival artisti straordinari quali Mario Brunello, Thomas Quasthoff, Natalia Gutman, Gidon Kremer, François Leleux, Uto Ughi, Sayaka Shoji, Hervé Joulain, Victor Tretiakov, Janne Thomsen, Emanuele Segre, Pascal Moragues, Sergio del Mastro, Michel Portal e molti altri.

Anima musicale del Festival è la straordinaria personalità del M° Yuri Bashmet, il quale si esibisce qui nella triplice veste di solista, musicista da camera e direttore delle due orchestre che suonano insieme ai solisti nel corso della rassegna musicale elbana: la celebre orchestra da camera dei Solisti di Mosca e la Elba Festival Orchestra.

Quest’ultima formazione ha brillantemente debuttato nel corso dell’edizione 2002 del Festival e si è subito imposta all’attenzione del pubblico per la sua straordinaria qualità artistica. Il suo organico consueto – costituito dagli strumentisti dell’orchestra dei Solisti di Mosca, alcune tra le più importanti prime parti di diverse formazioni musicali europee e gli stessi musicisti che si esibiscono come solisti nel corso del Festival –  si arricchisce ogni anno  anche dei membri di prestigiose orchestre italiane.

Tale fusione promette di rivelarsi estremamente stimolante sul piano artistico e foriera di esiti musicali di  eccezionale interesse.

I programmi proposti nel corso del Festival, sapientemente elaborati dal Direttore artistico Geroge Edelman, sono estremamente vari e spaziano dal repertorio classico e quello romantico senza trascurare la musica del XX secolo.

I concerti hanno luogo in alcune delle più suggestive località dell’Isola d’Elba come la Fortezza Pisana di Marciana e il Duomo di Rio dell’Elba, ma la sede principale del Festival resta Portoferraio.

Qui i concerti hanno luogo nell’Auditorium della Linguella e nel delizioso, intimo ambiente del Teatro dei Vigilanti, edificio eretto in posizione felicissima e da cui si gode un’incantevole vista sul mare. Il Teatro venne costruito per volontà di Napoleone Bonaparte: l’imperatore, esiliato sull’Isola d’Elba, non desiderava tuttavia privarsi dei piaceri musicali e del prestigio di un piccolo teatro di corte.

Il Festival vive grazie al sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Regione Toscana, i comuni di Portoferraio, Rio nell’Elba, Marciana e Capo Sant’Andrea, APT Portoferraio, Associazione Albergatori Isola d’Elba, Consorzio Elba Promotion, Ente Cassa di Risparmio di Firenze, Monte dei Paschi di Siena, Banca Toscana, Moby Lines, Esaom Cesa Cantieri Navali, Ina Assitalia, Renault e Arval.

Lascia un commento