Gli uffici comunali cambiano sede

0
206

Una nuova sede per il municipio. Entro un anno. Cioè non appena saranno terminati i lavori al nuovo centro polifunzionale. Il vecchio edificio del Comune sarà messo in vendita. A comprarlo, secondo le intenzioni del sindaco, Ruggero Barbetti, dovrebbe essere il Parco da tempo a caccia di una nuova sede.
Una mini rivoluzione degli uffici pubblici quella che si prospetta a Capoliveri e che riserva anche qualche sorpresa. Da qualche tempo a questa parte il Parco dell’Arcipelagolo lo vogliono tutti. L’ente, costretto a risparmiare sugli affitti a causa del taglio dei finanziamenti pubblici dal Ministero, dovrà lasciare entro l’anno via Guerrazzi e, per ospitarlo si sono già offerti Marciana (con tanto di richiesta formale) e Capoliveri (che presenterà un’offerta nei prossimi giorni).
Ma andiamo per ordine. L’esigenza di traslocare, per Barbetti e l’intera amministrazione, si lega anzitutto ad un problema di spazi. In piazza del Cavatore «non c’è neppure una stanza per la giunta – spiega il sindaco – l’attuale sede non è più in grado di rispondere al meglio alle esigenze dei cittadini». Dunque si cambia e gli uffici si spostano in via delle Lecce «nel centro polifunzionale in costruzione – spiega Barbetti – che la precedente amministrazione ha voluto realizzare in una zona un po’ infelice, diversa da quella inizialmente pensata da noi. Attualmente i lavori sono fermi per una revisione del progetto finalizzata a sistemare lì gli uffici comunali».
Che fine faranno però le associazioni destinate ad occupare lo stabile in costruzione? In proposito le ipotesi sono due: spostare il centro polifunzionale nell’attuale sede del Comune oppure realizzare ex novo un altro edificio «qualora nel vecchio municipio – spiega il sindaco – trovi spazio la sede del Parco, che per noi rappresenterebbe un motivo di vanto. Con il ricavato della vendita potremmo realizzare un nuovo centro polifunzionale in una zona più consona».
Dal canto suo il Parco, alla luce di difficoltà economiche gravi che lo costringono a rinunciare agli uffici in affitto in centro a Portoferraio, non nega di essere alla ricerca di una nuova sede. «Il consiglio del Parco – spiega la direttrice, Franca Zanichelli – ha approvato il trasferimento temporaneo all’Enfola, dove i lavori sono in fase conclusiva. Ma stiamo valutando l’offerta che ci è stata fatta dal Comune di Marciana e lo stesso faremo con quella di Capoliveri non appena sarà formalizzata, con l’intento di trovare una soluzione economicamente accessibile».
Intanto a Capoliveri sono in arrivo altre novità. Oltre al trasloco del municipio il Comune pensa anche al recupero dell’ex cinema Flamingo da destinare a sala polivalente e a cinema-teatro. Per questo motivo il progetto relativo alla struttura dovrà essere modificato. In particolare l’amministrazione intende acquistare tutto il piano inferiore dello stabile da restaurare per poterci localizzare ulteriori uffici comunali.

Valentina Landucci, da “Il Tirreno”, sette. 2009