Gli scandinavi scelgono l’Elba

2
830

Un filo diretto con il Nord Europa. Operatori turistici dei paesi scandinavi: Svezia, Norvegia, Finlandia in tour all’Elba per rilanciare il mercato del turismo. Il tutto nell’ambito del progetto “Costa di Toscana e Isole dell’Arcipelago”, coordinato dalla Provincia, che ha organizzato un educational tour riservato agli operatori dei paesi scandinavi. Una due giorni elbana per mettere in mostra le bellezze dell’Elba e dell’Arcipelago. Ad accogliere gli operatori Icilio Disperati, direttore dell’Apt dell’Elba. Dice Disperati: «Si tratta, di fatto, della prima iniziativa promozionale turistica legata al prossimo anno. Gli operatori turistici hanno visitato il territorio, alcune aziende dell’isola non solo del comparto ricettivo e incontrato i rappresentanti delle associazioni che operano nel settore turistico. Paolo Pacini, assessore provinciale al turismo è convinto di un fatto: «Siamo felici dell’arrivo degli operatori scandinavi, in questi giorni abbiamo mostrato loro tutte le bellezze della nostra terra, i prodotti enogastronomici e quelli di maggior pregio. Un tour nella provincia e tappa all’Elba».

2 Commenti

  1. Tutto questo fa piacere a me che sono un elbano doc, ma anche (se non soprattutto) a chi lavora in promozione turistica. Certo! Il merito va anche a Lei con il suo fortunatissimo festival che mi auguro continui negli anni a venire, avanti allora con la prossima edizione…

    il direttore

  2. Mi sembra opportuno ricordare che da qualche anno il concorso “Capoliveri Haiku”, aperto ai paesi dell’Unione Europea, sta suscitando particolare interesse nei paesi scandinavi, con numerosi partecipanti, premiati con un soggiorno all’Elba in aprile, che hanno lasciato messaggi di grande apprezzamento per le bellezza dell’isola e i pregi dell’accoglienza del Comune e delle strutture recettive. Questa iniziativa è documentata dalle antologie “Un mare di cento haiku”, “Una fantastica ondata di haiku”, “Haiku a gonfie vele verso l’Elba”, promossi dall’amministrazione comunale di Capoliveri. Giorgio Weiss

Lascia un commento