Le carenze del sistema sanitario toscano ed elbano

0
124

“I tragici fatti degli ultimi dieci giorni suggeriscono una seria e puntuale riflessione sui tanti episodi che hanno caratterizzato la sanità toscana negli ultimi anni. E questo smascherando le tante carenze strutturali ed organizzative di un sistema sanitario regionale che va cambiato ed umanizzato”.
Lo ha dichiarato il Consigliere Regionale Leopoldo Provenzali (F.I.-PdL) nella conferenza stampa tenuta dai gruppi regionali del PdL nell’annunciare il Consiglio regionale straordinario sulla sanità da loro richiesto ed ottenuto dopo i recenti episodi sospetti registrati nella sanità toscana.
“All’Elba” prosegue il consigliere azzurro “tra le molte disfunzioni nell’erogazione dei servizi resi ai cittadini, oltre alla cronica mancanza di personale ospedaliero, ma anche di quello relativo alla riabilitazione sul territorio, alle evidenti carenze infrastrutturali ed alla inadeguatezza delle apparecchiature, spiccano certamente le interminabili liste di attesa che penalizzano soprattutto  le fasce più deboli della popolazione. E che dire dei disagi legati ai ritardi sulla realizzazione del nuovo distretto con la probabile riduzione dei posti letto”?
“I conti sono in ordine? Si può davvero affermare che la sanità toscana sia tra le migliori, come qualcuno vorrebbe far credere”? conclude Provenzali. “Il pareggio di bilancio è un aspetto certamente positivo, ma non è sinonimo di efficienza, qualità e soprattutto di umanità. La dovuta attenzione rivolta alle esigenze economiche non può infatti prescindere dalla qualità delle cure e dei servizi. Serve allora un vero cambiamento culturale, libero da pregiudizi ideologici, che punti finalmente a dare centralità alla persona.”