«Più sinergie locali per prodotti di qualità»

0
588

Anche il Consorzio agrario entra nel merito della discussione sul nuovo frantoio comprensoriale per l’Elba. A intervenire è il presidente, Guido Allori. «Ho letto con piacere le precisazioni a mezzo stampa che l’associazione olivicoltori ha fatto in risposta ad alcune notizie apparse sul Tirreno. Preciso solo che il frantoio del Consorzio Agrario è di piccole dimensioni ma di tecnologia abbastanza avanzata per ottenere un prodotto di alta qualità».
«Noto con piacere – continua Allori – che anche all’Elba l’associazionismo si stà sempre più diffondendo. Il mettersi “insieme” per raggiungere obiettivi comuni, è una strategia vincente soprattutto nelle piccole realtà produttive. Certamente queste strutture devono essere gestite con vero spirito mutualistico perseguendo obiettivi comuni nell’interesse di tutti». Allori plaude all’intraprendenza di un’imprenditoria giovane che si affaccia nel panorama dell’agricoltura locale. «Lo sviluppo agricolo dell’Elba è auspicabile – afferma – e deve essere sostenuto ad ogni livello nell’interesse dell’occupazione della tutela e della conservazione dell’ambiente e della valorizzazione di prodotti tipici finalizzati ad una enogastronomia di qualità che svolga un compito di sostegno alla attività turistica».
Per questo, spiega Allori, il Consorzio Agrario «ha investito all’Elba non solo nella ristrutturazione dei suoi locali, ma anche nel mettere a disposizione una serie di servizi tecnici e di assistenza alle aziende compreso una sala riunioni dove potranno svolgersi incontri tematici e informativi, il tutto finalizzato al miglioramento delle produzioni. Mi auguro che si possano sviluppare sempre più stringenti sinergie con i produttori, con le loro organizzazioni e con gli enti locali nell’interesse di tutta l’economia elbana».

Lascia un commento