Accordo per tassa sull’acqua a Pescara, il giudizio di Lea Del Greco

0
149
L'Aquila - "La questione è importante e non va sottovalutata,
spero in ulteriori tavoli concertativi al fine di stabilire un accordo che possa
garantire il futuro delle aziende abruzzesi". Lea Del Greco, responsabile
dell'Italia dei Diritti per la provincia di Pescara, valuta positivamente il recente
incontro tra Provincia e Fai-Cisl della Guizza di Popoli svoltosi per stabilire il
canone sull'erogazione delle acque minerali previsto dalla Regione Abruzzo. Come
ricorda l'esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro "la tariffa da
applicare all'estradizione delle acque minerali fino a qualche mese fa veniva
calcolata in maniera forfettaria". Con l'emergenza terremoto, si è deciso di
rimandare la questione che oggi sembra essere in fase risolutiva. "È  importante -
continua Lea Del Greco - valutare la necessità della tassa stessa, considerando che
sia la Guizza di Popoli sia la Santa Croce di Canistro sono due aziende che hanno
subito ingenti danni dovuti al sisma del 6 aprile 2009. Speriamo in una risoluzione
equilibrata che non sia solamente un'imposta per 'riempire le casse regionali' come
la definiscono i sindacati, se così fosse dovrebbero essere eliminati onerosi ed
inutili enti a carico della Regione stessa".