Stuprata per un alloggio in ex scuola a Roma

0
164
Roma - "E' purtroppo l'ennesimo fatto increscioso". Così Roberto
Soldà, vicepresidente dell'Italia dei Diritti, commenta la triste vicenda di una
donna di 40 anni stuprata e picchiata perché non sarebbe stata consenziente alle
richieste sessuali di uno degli occupanti dell'ex scuola in via dell'Impruneta, zona
Magliana, il quale avrebbe preteso la prestazione in cambio del permesso di alloggio
nello stabile. "Questa è una notizia dal duplice risvolto: da una parte l'infamia
della violenza sulla dignità di una donna, dall'altro, se realmente avvenuto per il
motivo denunciato alle forze dell'ordine, l'efferata fotografia del malaffare
compiuto in una nicchia della società dove la legalità, lo Stato e le regole
latitano", conclude l'esponente del movimento guidato da Antonello De Pierro.